Sono già entrate nella storia delle lacrime tv più condivise di sempre quelle versate nella puntata andata in onda ieri sera a Le Iene da Fedez a causa di uno scherzo messo in atto su un'idea di J-Ax, socio e amico di Fedez, e della iena Matteo Viviani.

L'idea era quella di far credere alla rapper fidanzato di Chiara Ferragni che il suo manager aveva venduto circa la metà dei biglietti del loro tour sold out in giro per i palazzetti dello sport tramite secodary ticket, ovvero facendo bagarinaggio e cercando di trarne denaro sporco da intascare illegalmente.

LEGGI ANCHE: "J-Ax e Fedez, in Italia non ci si può arricchire onestamente"

LEGGI ANCHE: "Chiara Ferragni è gelosa di Fedez, ecco perchè"

La magistratura, però, avrebbe fermato il tutto e Fedez e J-Ax avrebbero dovuto sostenere il loro tour in palazzetti semi vuoti.

L'arrivo de Le Iene

La Iena Viviani, proprio nel momento in cui Fedez, durante le prove del concerto a Vigevano, veniva a conoscenza dal suo avvocato della situazione, è arrivato aggiungendo benzina sul fuoco e mostrando al rapper - documenti (falsi) alla mano - che proprio Fedez sarebbe stato il complice del manager truffatore e che quindi avrebbe cercato di fregare il socio J-Ax presente alla scena e con il compito (concordato con la produzione) di commentare con un già iconico "Non ci sto dentro" tutta la vicenda.

La conclusione

Quando ormai Fedez si sentiva alla corde vedendo traballare la sua credibilità e l'impero costruito intorno al suo successo Viviani e J-Ax hanno svelato lo scherzo.

Fedez è scoppiato in un pianto liberatorio tra rabbia e sensazione di essersi liberato da un macigno che rischiava di seppellirlo. La "bastardata" è stata, alla fine, commentata da Fedez con un sorriso e un "sono un boccalone". Scherzo riuscito e credibilità del duo rapper alle stelle.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti