Televisione

L'Aquila-Grandi speranze: le anticipazioni della prima puntata

Al via la serie di Rai 1 con Giorgio Tirabassi e Donatella Finocchiaro, in onda martedì 16 aprile. L'Aquila-Grandi speranze è diretta da Marco Risi

Giorgio Tirabassi L'Aquila-Grandi speranze

Francesco Canino

-

Un anno e mezzo dopo la maledetta notte del 6 aprile 2009, la vita ricomincia anche se le paure, le perdite e il dolore restano tangibili. Comincia così L'Aquila-Grandi speranze, la nuova serie tv di Rai 1 firmata da Marco Risi, che nel decennale del terremoto che ha sconvolto L'Aquila (e l'Abruzzo) racconta una storia di coraggio e rinascita. Ecco cos'accadrà nella prima puntata, in onda martedì 16 aprile. 

L'Aquila-Grandi speranze, le anticipazioni della prima puntata

L’Aquila, un anno e mezzo dopo il terremoto dell'aprile 2009: la città è distrutta, l'accesso al centro storico vietato. Ma Simone (Gabriele Fiore), Davide (Andrea Pittorino) e i loro amici hanno tredici anni, un'età in cui non esistono divieti e dopo il terremoto la "zona rossa" è diventata il loro regno. Il possesso del territorio è però insidiato da una banda rivale e tra macerie e case abbandonate, i due gruppi si fanno la guerra per conquistare il Palazzo del Governo.


Intanto i genitori di Davide, Silvia (Donatella Finocchiaro) e Franco (Giorgio Marchesi), devono far fronte a un tragico evento: la sparizione della figlia più piccola, Costanzascesa con loro in piazza del Duomo quella notte e poi scomparsa nel buio delle strade. L'archiviazione del caso e la sospensione delle ricerche apre tra di loro una crisi ancora più profonda.

 

Una protesta per la ricostruzione de L'Aquila

A casa di Simone invece, Gianni (Giorgio Tirabassi) ed Elena (Valentina Lodovini), appena tornati a vivere nel centro storico, organizzano una grande protesta che ha una sola parola d'ordine: ricostruzione. Ma da poco, a L’Aquila si è trasferito Riccardo De Angelis (Luca Barbareschi), un costruttore romano giunto lì assieme a Margherita (Rosa Enginoli, la figlia di Claudia Gerini, che debutta come attrice), la figlia tredicenne.

La loro presenza suscita curiosità e sospetti tra gli adulti e fibrillazione tra i ragazzini che si ritrovano Margherita come compagna di classe. Ma cos'ha davvero in mente il cinico "palazzinaro" che prima si fa accogliere dalla comunità aquilana, poi agisce in maniera ambigua e poco trasparente?

Per saperne di più: 

© Riproduzione Riservata

Commenti