Ilaria Dallatana Rai 2
Televisione

Ilaria Dallatana: "Ecco come sarà la nuova Rai 2"

Confermati Savino a "Quelli che il calcio" e "Boss in incognito". Stop a "Monte Bianco"

 

Per la presentazione ufficiale dei palinesti Rai 2016/2017 tocca pazientare ancora fino a fine giugno ma qualche dettaglio in più sul nuovo volto di Rai 2 lo ha svelato questo pomeriggio Ilaria Dallatana, neo direttrice di rete, alla sua prima uscita ufficiale in occasione della conferenza stampa dei Live di The Voice 4. Donna “di lotta e di televisione”, è considerata una delle virago della tv italiana, capace di creare progetti e portarli al successo (vedi la riorganizzazione di Telecinco o il boom con Magnolia). La creazione del prodotto è il suo mestiere e in molti si aspettano grandi novità dalla sua direzione. “Ma non sarà un mandato di rottura, anche perché non ce n’è bisogno”, spiega a margine della conferenza stampa, sfoderando la concretezza parmense che l’ha resa celebre tra gli addetti ai lavori. Ecco che cos'ha anticipato parlando con piccolo gruppo di giornalisti. 

Direttore, partiamo da The Voice. La quinta edizione sarà su Rai 2 o il format è destinato a traslocare su altri canali, come anticipato da TvBlog?

Posso dire che il talent è un elemento caratterizzante sia del passato che del futuro di Rai 2. Stiamo lavorando in tempi record sul palinsesto: dobbiamo ancora chiudere quelli autunnali, poi ragioneremo su quelli del prossimo inverno.

E' contenta di come sta andando il talent show?

Rispetto agli ascolti sono molto soddisfatta. Abbiamo tenuto in serate di forte controprogrammazione, catturando fasce per noi cruciali per età e livello d'istruzione. E poi mi piace il racconto e l'alchimia che si è creata tra i giudici: sono andati oltre il classico scontro, che considero una dinamica un po’ vecchia.

Veniamo alle novità: in conferenza stampa ha annunciato due progetti destinati al pubblico giovane. Di cosa si tratta?

Saranno due programmi con declinazioni completamente diverse. Uno è incentrato sul bullismo, quattro puntate in seconda serata molto efficaci e lineari visto che affrontare quel tema non è facile. Il secondo progetto è completamente inedito come linguaggio e avrà un tono più divertente e ironico. Stiamo pensando poi ad una sorpresa per portare la musica in palinsesto anche il prossimo autunno, sempre in prima serata.

Scendiamo un po' nel dettaglio. A settembre la rete si riaccende con Pechino Express e Stasera tutto è possibile.

Pechino è un brand forte e consolidato. Amadeus torna in apertura di stagione con Stasera tutto è possibile dopo gli ottimi ascolti della scorsa stagione, sempre in crescita: saranno otto puntate, ovvero qualcuna in più dello scorso anno, ma senza allungamenti colossali perché io non sono mai per aumentare i programmi a dismisura, anche quelli che vanno bene.

Monte Bianco e Il più grande pasticcere torneranno?

Montebianco non ci sarà anche se è stato un lodevole tentativo di sperimentazione. Su Il grande pasticcere stiamo valutando ma non andrà in autunno. Nella prossima primavera riconfermiamo anche in Made in sud e Boss in incognito.

Si parla molto di Nicola Savino in questi giorni e del possibile addio a Quelli che il calcio per lasciare spazio ad una conduzione femminile. E’ così?

Nicola Savino è assolutamente confermato. Stiamo lavorando sulla squadra, ripartendo dall'assetto di quest'anno: la riorganizzazione di contenuti e del cast che c'è stata ha ridato una personalità forte al programma.

Molti nell’ambiente della tivù la considerano una virago decisionista, attenta al prodotto e ai dettagli, dunque si aspettano un mandato di grande cambiamento. È così?

(ride) Sono una virago conservativa, non sono qui per distruggere ma per arricchire. Non sono arrivata dicendo "cambio tutto" perché non ho nessun mandato di rottura e perché non ce n'era affatto bisogno. Vedremo al termine dei tre anni di mandato, perché tanto dura il mio contratto, se avrò fatto qualcosa di buono. 

Piccola curiosità personale: I Fatti Vostri, dopo 26 anni di onorata carriera, andrà in pensione?

I Fatti Vostri restano. Il programma sta lì perché in quella fascia intercetta esattamente il pubblico che c'è e fa un ottimo servizio. Rai 2 vuole essere una rete eclettica che pesca il pubblico lì dove c'è. Ma non voglio anticipare più nulla perché i palinsesti devono ancora essere approvati.

Ultima domanda. Rai 2 sarà la rete delle Olimpiadi?

Per tre settimane diventerà la casa delle Olimpiadi. Sono molto contenta perché ci dà un grosso aiuto sul fronte del palinsesto estivo e perché ci aspettiamo grandi risultati.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Commenti