Geppi Cucciari: l'addio a La7 ora è ufficiale

“Il mio rapporto con La7 è chiuso” conferma l'attrice comica. Che ora pensa ad uno spettacolo teatrale

Geppi Cucciari

Geppi Cucciari conduce su Rai 3 "Per un pugno di libri" – Credits: (Ansa)

Francesco Canino

-

Così com’era iniziata, l’avventura di Geppi Cucciari a La7 è finita. E’ la stessa attrice e conduttrice ad ufficializzare oggi, con un’intervista al Corriere della Sera, la notizia che era nell’aria ormai da qualche settimana. “Il mio rapporto con La7 è chiuso” dice la comica senza troppi giri di parole. Che ne sarà ora del suo futuro televisivo?

BYE BYE CAIRO. “Cairo lo conosco, ma ora La7 ha altri pensieri. Il mio programma era G’Day”, racconta la Cucciari. L’era di Urbano Cairo, da pochi mesi neo proprietario dell’emittente televisiva, si apre dunque con l’addio (o l’arrivederci) di uno dei volti di punta di La7. Che potrebbe però dover fare a meno anche di Benedetta Parodi: smentita già una volta la chiusura de I menù di Benedetta, in questi giorni sono tornate ad intensificarsi le voci che danno per certa la cancellazione dello show culinario. Per risanare i conti, Cairo punterebbe infatti ad un contenimento dei costi, che tradotto significa tagliare i programmi che non hanno raggiunto obiettivi di ascolti soddisfacenti. Per avere la conferma definitiva, bisognerà però aspettare la presentazione dei palinsesti, fissata per il 9 luglio. “Siccome l’Auditel esiste, è successo che G’Day ha fatto il 3% il venerdì, prima della serata finale del Festival e ha fatto il 3% il lunedì dopo – dice Geppi Cucciari nell’intervista di oggi, ricordando la sua partecipazione alla serata finale del Festival 2012 - Non c’è stata una persona in più che dopo Sanremo è venuta a vederci su La7”. La chiosa è amara: “Qualche volta ti devi arrendere al fatto che cuore, anima e altro ancora non bastino per convincere i telespettatori” 

SOGNANDO SANREMO. Chiuso nel dicembre scorso G’Day, nei progetti per la Cucciari c’era anche uno show tutto suo in prima serata. Che però non si è mai concretizzato. Daria Bignardi l’aveva poi voluta alle Invasioni Barbariche, con una copertina irriverente in apertura di ogni puntata. “Per la primavera 2014 c’è qualche ipotesi con Rai e Mediaset. Vedremo” racconta la Cucciari, che resta uno dei volti più amati dal pubblico televisivo italiano. E c’è già chi pensa ad un suo programma in seconda serata, nella primavera del 2014, magari a Rai Tre, dove ha condotto il Concerto del 1° maggio. “A settembre comincerò a lavorare con l’autore e regista Mattia Torre per l’allestimento di uno spettacolo teatrale”. Nel frattempo girerà due film – si parla anche di un terzo con Giovanni Veronesi. E “forse un giorno arriverà il mio Sanremo: ho solo 40 anni, è tardi per altre cose, non certo per Sanremo”.

© Riproduzione Riservata

Commenti