Francesco Canino

-

Con il suo terzo Sanremo consecutivo, Carlo Conti sta per entrare nella storia del Festival della canzone italiana. Sfogliare i nomi dei conduttori della «kermesse canora», tanto per rispolverare una fraseologia di quelle abusate (ma efficaci), significa fare un tuffo nell'enciclopedia della televisione italiana, partendo dal «cari amici vicini e lontani» di Nunzio Filogamo al «tutti cantano Sanremo» ideato da Conti. In mezzo ci sono 67 edizioni e una carrellata pazzesca di volti della tivù, tra meteore e giganti del piccolo schermo. Ecco tutte le curiosità sui conduttori e i cachet festivalieri.

Festival di Sanremo, Pippo Baudo batte tutti
L'inossidabile reuccio del Festival di Sanremo per ora resta Pippo Baudo, imbattibile condottiero di stagioni festivaliere che hanno fatto la storia, dalle epiche incursioni di "Cavallo pazzo" all'intuizione delle "vallette" - la bionda e la mora, tra coppie improbabili e altre cult - passando per momenti indimentabili, come l'annuncio in diretta della morte di Claudio Villa, esattamente trent'anni fa. Baudo detiene ogni record, con ben 13 edizioni condotte, la prima nel '68, di cui cinque consecutive: lo tallona il grandissimo Mike Bongiorno, a quota 11, di cui cinque una in fila all'altra dal '63 al '68.

Conti dopo Fazio e Filogamo
Il terzo posto sul podio resta per ora occupato da Nunzio Filogamo, primissimo conduttore del primissimo Festival, quando ancora andava in onda (in radio) dal teatro del Casinò: ha presentanto i primi quattro, dal 1951 al 1954, sempre in solitaria, mentre per la sua quinta conduzione fu affiancato da Marisa Allasio, Fiorella Mari e Nicoletta Orsomando. Dal bianco e nero all'hd, balza in quarta posizione Fabio Fazio, quattro volte padrone di casa all'Ariston - le ultime due in coppia con Luciana Littizzetto - dove quest'anno farà il tris Carlo Conti, affiancando così in classifica Claudio Cecchetto e Gabrilla Fariron, storica annunciatrice Rai. 

I Sanremo di Bonolis e Clerici
Sono molti i conduttori che hanno fatto il bis e lasciato il segno con ascolti record. È impossibile dunque non citare i due grandiosi Sanremo condotti da Paolo Bonolis - già si parla di lui per il 2018 - e ancora Gianni Morandi nel biennio 2011/2012, mentre Antonella Clerici (attesa giovedì sera come ospite) lo ha presentato prima come valletta al fianco di Bonolis, poi in solitaria nel 2010. 

I cachet più alti della storia
Nessun tema collaterale al Festival appassiona e scatena critiche come la questione cachet. In maniera geniale, Maria De Filippi se n'è tirata fuori, rinunciando al compenso per la sua partecipazione e spegnendo ogni polemica sul nascere. Conti percepirà invece 650 mila euro (ma all'interno di un contratto quadro, ha specificato la Rai), ben lontani dal milione e 500 mila euro di Gianni Morandi, che ha polverizzato ogni record. A quota 1 milione invece Paolo Bonolis (nel 2009), Giorgio Panariello (nel 2006) e Michelle Hunziker (nel 2007), che surclassò l'allora padrone di casa Pippo Baudo, fermo a quota 800 mila euro.


© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Sanremo 2017: al via il Festival targato Conti-De Filippi, le ultime novità

Si parte con la copertina di Maurizio Crozza. Ancora da chiudere invece le trattative per Virginia Raffaele

Sanremo 2017: polemica per il cachet di Carlo Conti, Fiorello lo difende

"Comprendo il sentimento che parte da un disagio ma bisognerebbe sapere i fatti", precisa il conduttore

Sanremo 2017: Rocío Muñoz Morales, Raoul Bova e gli altri ospiti del Festival

Dopo due anni l'attrice torna per una sera sul palco dell'Ariston, questa volta in coppia con il compagno

Commenti