Televisione

Festival del cinema di Venezia a tutta tv

Sempre più forte il rapporto tra piccolo e grande schermo. In tempo di crisi unire le energie è garanzia di sopravvivenza (per entrambi)

Kasia Smutniak

Kasia Smutniak, madrina del Festival del cinema di Venezia 2012 – Credits: LaPresse

C'è una novità che interessa quest'anno la Mostra Internazionale del Cinema di Venezia la cui madrina è l'attrice Kasia Smutniak. E' la scommessa di poter raccontare il grande cinema attraverso la tv. L'intento, durante i giorni del Festival (dal 29 agosto all'otto settembre), è di avvicinare il mondo del grande schermo alla vasta platea televisiva per una fruizione più vasta e consapevole delle tematiche affrontate. Da anni, il cinema è divenuto parte integrante del mezzo televisivo. Lo testimonia l'attenzione dei canali generalisti che  hanno reintrodotto nei loro palinsesti prime serate dedicate alle grandi pellicole. E anche la presenza, quest'anno, di una madrina come Kasia Smutniak, ex compagna di un personaggio televisivo per eccellenza come Pietro Taricone, vuole sottolineare il connubio tra piccolo e grande schermo.

In quest'ottica la prima collaborazione tra cinema e televisione è La rassegna del cinema corsaro, in cui l'aggettivo "corsaro" ha la più vasta accezione possibile. Le pellicole, e questa è la novità, saranno trasmesse da Rai3 in contemporanea con la proiezione che avverrà a Venezia. Con in più il contributo critico di esperti e anche dei semplici spettatori. Un esperimento mai tentato prima.

Altra novità è che Raifiction sarà presente a Venezia con una pellicola a cartoni animati alla quale si stava lavorando da cinque anni. Si tratta di Pinocchio, realizzato da Enzo Dalò (La Gabianella e il Gatto), ispirato alla favola di Collodi e realizzato interamente, in maniera artigianale, dalle maggiori maestranze italiane in fatto di animazione. Le musiche sono state scritte da Lucio Dalla e rappresentano l'ultimo lavoro del cantautore scomparso lo scorso marzo.

Non solo, ma la sinergia tra viale Mazzini e il set cinematografico è evidenziata dal numero di film, 19, prodotti con il contributo di Rai Cinema e presenti a Venezia quest'anno. La tv avrà un suo ruolo fondamentale perchè molti di questi film hanno, come meta, l'approdo su Rai1 per la prima visione televisiva.

E poi c'è la mobilitazione dei canali digitali. Rai Movie trasmetterà in diretta le serate di apertura e di chiusura del Festival con la consegna del Leone d'oro e ogni giorno manderà in onda una striscia di 15 minuti con la conduzione di Marco Giusti. All'interno curiosità e indiscrezioni su quanto accade in quelle ore. Rai Movie, inoltre, per tutta la durata della Mostra del Cinema, manderà in onda pellicole legate al Festival e vincitrici di riconoscimenti.

Per il pubblico meno giovane ci pensa Rai Storia, canale free del digitale terrestre che addirittura, tutti in una notte, manderà in onda documentari di ieri e di oggi, legati alla Mostra del Cinema.

Come in ogni manifestazione che si rispetti, anche la cronaca rosa avrà il suo spazio. Se ne parlerà su Rai1, all'interno di Unomattina  nella trasmissione Cinematografo condotta da Gigi Marzullo a tarda sera. E poi spazio a tutti gli inviati anche della Radio che, sguinzagliati al lido, forniranno chicche sulle star e sui loro capricci.

E le altre emittenti? Mediaset scende in campo con Iris, canale free del digitale terrestre, che dal 29 agosto, ogni sera manderà in onda Iris a Venezia con Anna Praderio e Tatti Sanguineti. Mentre nel day time, con Note da Venezia, si parlerà ancora di pellicole e di arte cinematografica. E il 9 settembre, in prima serata sarà trasmessa per la prima volta la pellicola Somewhere, di Sofia Coppola che ha vinto il Leone d'oro nel 2010.

Sky Cinema news e Coming soon seguiranno, infine la kermesse per la tv satellitare. A dimostrazione che, mai come quest'anno, il legame tra piccolo e grande schermo sembra più intenso che mai.

© Riproduzione Riservata

Commenti