Francesco Canino

-

«La mia Isola dei Famosi? Un ritorno alle origini». Ha le idee chiarissime Eva Grimaldi, che punta sul reality di Canale 5 non tanto per rilanciare la sua carriera quanto per vivere un’esperienza catartica e fare pace con il suo passato. L’attrice è senza dubbio uno dei personaggi forti della dodicesima edizione dello show condotto da Alessia Marcuzzi, al via da questa sera, durante il quale dovrà confrontarsi con le privazioni, la convivenza forzata e le strategie degli altri “naufraghi”: niente la spaventa, a parte il tuffo dall’elicottero, forse perché dopo Pechino Express nulla le sembra davvero impossibile. Alla vigilia della partenza, ecco cos’ha raccontato a Panorama.it.   

Da Pechino Express all’Isola dei Famosi 12. Eva, c’hai preso gusto con gli adventure game?

(ride) Pechino e l’Isola sono due programmi molto diversi tra di loro, ma mi sento adatta a questo genere di format perché posso essere me stessa, senza filtri. Diciamo che ci vedo in qualche modo un filo conduttore.

Ovvero?
A Pechino ho liberato Milva Perinoni, che poi è il mio vero nome: sono rimasta imprigionata per troppo tempo nel personaggio con cui mi sono fatta conoscere, negli anni ’80, ma un pezzo alla volta è venuto fuori chi sono davvero. Sull’Isola sarò me stessa più che mai, questo programma sarà un modo per liberare la Milva ancora imprigionata e ritrovarmi in maniera definitiva.

L’Isola come esperienza catartica, insomma…

Sarà un ritorno alle mie origini. Io sono cresciuta in una famiglia molto unita e piena d’amore ma poverissima e spesso ci siamo potuti sfamare solo grazie alla Caritas e alla San Vicenzo. Eravamo senza soldi e io sono cresciuta nella campagna intorno a Verona: lì parlavo con le coccinelle, passano tutto il giorno immersa nella natura dunque l’Isola sarà un ritorno alle origini, abbraccerò la mia infanzia, Milva farà pace con Eva.

Cosa ti spaventa di più, la fame o la convivenza forzata?

Visto quello stanno vivendo in Italia migliaia di persone terremotate, cerco di razionalizzare tutto e ricordarmi che è pur sempre un gioco. Certo, la fame un po’ la temo ma mi spaventa soprattutto il tuffo dall’elicottero perché non so nuotare bene e non do confidenza all’acqua. Considera che ho imparato a sciare a 50 anni e in acqua vado solo dove tocco.

Del gruppo di concorrenti invece che idea ti sei fatta?

Conosco bene Nathalie Caldonazzo, con cui ho fatto il Bagaglino. Conosco Giulio Base e Samantha De Grenet: il mio fiuto mi dice che è una bella persona. In generale mi sembra un bel gruppo, poi vediamo quando saremo sulla spiaggia nudi e crudi. Sono curiosissima di scoprire come sono per davvero i miei compagni di avventura.

L’oggetto che porterai con te?

Inizialmente pensavo ad alcune foto delle persone che amo, poi ho pensato che le immagini le ho stampate nella mente. Così opterò per una coperta, che è anche più utile.

Per te l’Isola è anche l’occasione per un rilancio professionale?

Non credo di aver bisogno di un rilancio professionale. Ho appena finito di girare Respiri, un thriller con Alessio Boni e Nino Frassica per la regia di Alfredo Fiorillo, e ho già pronto un nuovo spettacolo teatrale. L’Isola per me è un modo per modo per fare vedere realmente chi sono e tutta l’energia che pensavo di aver perso: qualche anno fa ho vissuto un mese in Africa, a Soweto, vicino Nairobi, dove ho fatto volontariato per la onlus “L’Africa chiama” e lì ho riscoperto una forza pazzesca.

Il settimanale Oggi ha scritto che comunicherai «in diretta tv la sua segreta relazione sentimentale».

Non ho mai detto questo. Sarò me stessa fino in fondo, con i miei pregi e i miei difetti, niente di più. Non sono una stratega e non parto con un obiettivo prestabilito: vado di pancia e di getto, credo al mio istinto perché poche volte mi ha ingannato.

Non posso non chiederti de Il bello delle donne…alcuni anni dopo, visto che hai partecipato alle prime tre stagioni della fiction cult di canale 5. Ti sta piacendo?

Sono sincera, non ho visto nemmeno una puntata perché da settimane sono nel mezzo dei preparativi per la partenza. In molti mi hanno scritto ricordandomi Elfride, il personaggio che interpretavo nel Bello delle donne: mi hanno chiesto come mai non ci fossi in questa stagione e la risposta è molto semplice visto che Elfride è morta nella terza serie.

Come te lo immagini professionalmente il tuo dopo Isola?

Sogno un grande film al cinema. Mi piacerebbe essere accarezzata da un grande regista come Tornatore, che stimo davvero molto.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Isola dei Famosi 12: ecco il cast definitivo e tutte le novità del reality

Nella seconda puntata potrebbero fare il loro ingresso anche Ornella Muti e la figlia Naike Rivelli

Isola dei Famosi 12: stoppata la partecipazione di Wanna Marchi e Stefania Nobile

Oggi pomeriggio la nota ufficiale: «L’editore ha giudicato inopportuna la loro partecipazione a un programma Mediaset»

Isola dei Famosi 12: confermati Raz Degan, Eva Grimaldi e Simone Susinna

Alessia Marcuzzi parla dell'inviato Stefano Bettarini: "All'inizio non ero d'accordo. Poi ci siamo incontrati e mi ha spiegato le frasi al Gf Vip"

Commenti