Anche la tv si prepara all'Apocalisse

Da Italia1 che propone una puntata speciale di Mistero a History Channel che manda in onda la serie L'ultima settimana, fino a Joi di Mediaset Premium, a Nat Geo e a Cubovision: ecco tutte le trasmissioni sulla presunta fine del mondo

Bugarach

Bugarach, una delle città che si salverà dall'Apocalisse – Credits: LaPresse

Marida Caterini.

-

Ha contagiato anche il piccolo schermo la notizia della prossima Apocalisse che, secondo la profezia dei Maya, dovrebbe determinare la fine del mondo il prossimo 21 dicembre. E così, con uno sguardo a metà strada tra il faceto e il serio, la tv generalista e i canali satellitari hanno preparato una serie di trasmissioni che affrontano la presunta scomparsa del pianeta Terra.

A dare il via è stato il canale tematico History Channel con la serie di documentari dal titolo inquietante L'ultima settimana che stanno andando in onda dal 16 dicembre e andranno avanti fino al 23, Apocalisse permettendo. I filmati sveleranno che non sono stati solo i Maya a predire la fine del mondo nel 2012, ma anche gli indiani americani Hopi per i quali una cometa blu sarà l'avviso della catastrofe. Inoltre si citano tutti i riferimenti presenti nell'Antico Testamento e si arriva alle profezie dell'immancabile Nostradamus.

Chi ha bisogno di ulteriori approfondimenti può sintonizzarsi su Nat Geo, ogni domenica in prima serata, anche dopo il 21 dicembre, of course. Qui c'è Fino alla fine del mondo, una serie che si interroga sulle eventuali basi scientifiche della nostra prossima estinzione. Quasi con lo stesso titolo - Fino alla fine del mondo (e oltre) - arriva un'altra trasmissione apocalittica. L'appuntamento è su Joi di Mediaset Premium, dal 18 al 22 dicembre alle 22,45. Sempre a metà strada tra l'ironia e qualche barlume di verità, il programma si interroga su cosa accadrà il 21 dicembre. E prospetta un'ipotesi: siamo in un periodo difficile, se anche scampassimo alla iettatura Maya quanto riusciremo a sopravvivere con la crisi incombente e con l'assoluta mancanza di certezze? Cosa potremmo salvare e portare oltre?  Lo speciale si compone di cinque appuntamenti che indagano anche su speranze, visioni e predizioni e si occupano delle nuovissime tecnologie al servizio del futuro. Non solo, ma si parlerà anche di eros, femminilità e desiderio, di architettura e bellezza. Che c'entrano con l'Apocalisse? Lo scopriremo solo seguendo gli speciali che ospiteranno anche noti personaggi. Tra questi Gillo Dorfless, Selvaggia Lucarelli, David Riondino.

Niente paura, però. C'è qualche possibilità di sopravvivere. La svela Cubovision, la tv on demand di Telecom Italia che, sul canale Reportage trasmette in esclusiva per l'Italia il documentario 21.12.2012: Come sopravvivere alla fine del mondo del francece Henry Bouchaud che ha fatto un viaggio intorno al mondo per scoprire come diversi Paesi si stanno preparando ad affrontare l'estinzione della razza umana. In particolare il documentario mostra il piccolo centro di Bugarach, nei Pirenei che, secondo la profezia Maya dovrebbe salvarsi dall'Apocalisse. La cittadina è stata presa d'assalto dalle prenotazioni di turisti in cerca di scampo. Ma c'è di più: A San Diego, in California, sarà disponibile un hotel post- Apocalisse. A Salt Lake City opera con successo da tredici anni un costrutture di rifugi anti- atomici chiavi in mano. Il tecnico ha una figlia quattordicenne espertissima nell'uso di qualsiasi arma. E sembra che padre e figlia abbiano venduto moltissimi rifugi a persone comuni e vip. Inoltre il documentario mostra la proliferazione, nell'ultimo anno, di super-mercati dove si vendono cibi per i possibili survivors.

Anche Italia1 scende in campo per offrire una possibilità di sopravvivenza. Il 20 dicembre, in prima serata, sulla rete Mediaset, va in onda una puntata speciale di Mistero, dal titolo: Apocalisse o nuovo inizio? Dall'osservatorio astronomico La Torre del Sole, Daniele Bossari approfondisce l'argomento fine del mondo, ma cerca anche di tranquillizzare gli animi con una serie di ospiti, tra cui Alessandro Cecchi Paone, l'esperto ufologo Pablo Ayo e Marina Tonini che dice di essere stata in contatto con gli Ufo. Bossari sarà in collegamento con Bugarach dove ci sarà Marco Berry a documentare ulteriormente che la cittadina trobocca di prenotazioni ed è costretta a rifiutarne altre. Ci saranno anche altri centri esenti dall'estinzione. Si tratta di Cisternino in Puglia dove ci sarà Jane Alexander e Pradeltorno in Val Pellice con l'inviato Nicole Pellizzari. Bossari si collegherà anche con Giovanni Soldini in navigazione nell'Oceano Atlantico.

© Riproduzione Riservata

Commenti