Sport

Le wags della World Superbike

Un giro nel paddock del Mondiale delle derivate, alla scoperta delle più affascinanti mogli e fidanzate dei piloti. Con qualche curiosità sui loro uomini

Belle, intelligenti, vivaci e grintose, le wags del MondialeSuperbike non hanno nulla da invidiare alle compagne più celebri dei calciatori. E, senza dubbio, sono molto più simpatiche. "Mio marito è una frana con l'abbigliamento: coordina colori assurdi. Però è un padre e un marito eccezionale" sostiene una; "Il mio ragazzo mi fa divertire come nessuno ma poi mi sfinisce con l'ordine e la pulizia" replica un'altra. Scopriamo virtù e vizi dei rider.

Dario Aio

Olivia Pintossi, fidanzata di Vittorio Iannuzzo del pilota (Grillini Dentalmatic SBK)

Cosa l’ha conquistata di Vittorio?
Il carattere. È solare come me e insieme ridiamo un sacco.
Il suo ragazzo è scaramantico, quando lo attende una gara?
Sì: per gli appuntamenti importanti indossa un paio di mutande fortunate.
Tre pregi di Vittorio?
Affidabile, so che in pista non esagera mai con il rischio, carismatico, protettivo. Posso aggiungere il quarto? Geloso quanto basta.
E tre difetti?
Impulsivo, disordinato e impaziente: si lamenta sempre del tempo che impiego per prepararmi. Mi dice che sto ore allo specchio e poi sembra che non mi sia truccata: assicuro che non è vera nessuna delle due affermazioni.
Come se la cava Vittorio con le faccende domestiche?
Abbastanza bene: lava i piatti, carica la lavatrice e stende i panni. Peccato non abbia  voglia di cucinare: è capace!
Il regalo più bello che il suo compagno le ha fatto?
Un orologio, quando ho compiuto 20 anni.

I più letti