Inter, ecco chi è Nemanja Vidic
Inter, ecco chi è Nemanja Vidic
Sport

Inter, ecco chi è Nemanja Vidic

La società di Erick Thohir annuncia l'ingaggio del difensore centrale del Manchester United. Contratto fino a giugno 2017

Nemanja Vidic sarà un giocatore dell'Inter dal prossimo giugno e per i prossimi tre anni. L'ufficialità di una trattativa che circolava già da mesi è arrivata questa mattina direttamente dal sito dell'Inter. "Vidic è un grande campione. Sono estremamente soddisfatto della chiusura dell’accordo che porterà Nemanja a Milano. E’ uno dei più forti difensori al mondo, le sue caratteristiche, la sua esperienza internazionale, il suo carisma da leader saranno fondamentali per la squadra e per la crescita dei nostri giocatori più giovani. Aggiungerà valore al club e sarà un ulteriore tassello per la costruzione di una grande Inter. Vorrei, infine, ringraziare il Manchester United, Nemanja e il suo entourage per la disponibilità e professionalità dimostrata nel corso della trattativa" ha dichiarato il presidente nerazzurro Erick Thohir

Talento serbo: Nato a Uzice, nella Serbia centrale, Vidic è uno dei talenti difensivi più puri usciti dalla scuola jugoslava nell'era contemporanea. Cresciuto nella Stella Rossa è passato in prestito allo Spartak Subotica nel 2001 per poi tornare alla casa madre. In tre anni a Belgrado è diventato titolare inamovibile della Stella Rossa collezionando 67 presenze e 12 gol prima di passare allo Spartak Mosca, capace di bruciare la concorrenza di tanti club Europei tra cui anche alcuni italiani. Le prestazioni in Russia gli valgono nel 2004 il premio di "giocatore serbo dell'anno", titolo che gli permette di realizzare un sogno: la chiamata del Manchester United, l'Inghilterra, la Premier League. I Red Devils lo soffiano all'ultimo minuto alla Fiorentina dopo che il club viola aveva già perfezionato l'accordo con lo Spartak. A pesare è la volontà del giocatore. 

L'arrivo a Manchester: Nella sua prima stagione in Inghilterra, nel 2006/2007 Vidic gioca solo qualche partita in coppa ma già nell'anno seguente diventa un pilastro dei Red Devils formando in coppia con Rio Ferdinand un duo di centrali tra i più forti al mondo. A fine stagione viene inserito nell'undici ideale della Premier e 2007/2008 lo United conquista Premier League e Champions League. Epica la prestazione nella finale di Champions dove il serbo annulla totalmente Didier Drogba. Il 17 settembre 2010 dopo il ritiro del veterano Gary Neville dall'attività agonistica, Vidic viene nominato capitano del Manchester United, mentre nella stagione 2010-2011 registra il maggior numero di presenze in campionato con 35 presenze e 5 gol, un record personale. Nel 2011/2012 deve fermarsi per un grave infortunio ai legamenti del ginocchio, salta tutta la stagione e torna lo scorso anno per l'ultimo anno in panchina di Alex Ferguson. 

L'addio di Ferguson e la voglia di Inter: Con l'arrivo di Moses sulla panchina del Manchester United Vidic annuncia di voler cambiare aria in vista della scadenza di contratto. "È il mio ultimo anno, ho passato 8 stagioni fantastiche qui. Il periodo in questo grande club resterà sempre il migliore della mia carriera. Comunque ho deciso di andare via a fine anno perché cerco una nuova sfida e voglio cercare di fare del mio meglio per i prossimi anni". Moses ha commentato così l'addio: "Non molti hanno la concentrazione, lo spessore umano e la leadership di Vidic. È stato un grande leader per il club servendolo brillantemente e spero che lo faccia fino al termine della stagione. È stata una decisione presa insieme, credo sia giusto per lui e per la società. Ha deciso che era giunto il tempo di cambiare". La trattativa è proseguita nei mesi scorsi ma la volontà di Vidic era chiara: misurarsi con la serie A italiana prima di appendere le scarpette al chiodo. A 33 anni guiderà la difesa della nuova Inter di Thohir, un tassello di caratura mondiale per un progetto che vuole tornare a vincere prima possibile. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti