Totti vs Spalletti, ognuno dice la sua: tutte le dichiarazioni
Ansa
Totti vs Spalletti, ognuno dice la sua: tutte le dichiarazioni
Sport

Totti vs Spalletti, ognuno dice la sua: tutte le dichiarazioni

Calciatori, allenatori, ex compagni, politici, giornalisti e vip. L'argomento della settimana è l'addio del capitano giallorosso alla Roma

Dopo gli attriti con l'allenatore Spalletti che hanno portato Francesco Totti a lasciare il ritiro della Roma (clicca qui per approfondire), tutto il mondo dello sport e della politica italiana ha discusso sulla notizia del giorno: è stato giusto il trattamento ricevuto dal numero 10 o il capitano meritava di più? Dagli ex allenatori e compagni di squadra del "Pupone" passando per personalità della politica, della musica e del giornalismo, tutti sentono il bisogno di dare il loro parere sul tramonto di una carriera leggendaria. Da Luciano Spalletti a Ronaldo passando per Roberto Mancini e tanti altri, scorri la lista per leggere tutte le dichiarazioni sul Totti-gate:

James Pallotta: "Spalletti lo ha rispettato, la squadra viene prima"

"Sono sorpreso per le parole di Francesco ma allo stesso tempo capisco lo sfogo dettato dalla frustrazione. È un grande giocatore, ha fatto la storia della Roma, adora competere, è una superstar" ha spiegato il presidente della Roma James Pallotta a Il Corriere dello Sport: "Spalletti è il nostro allenatore, da quando è arrivato sono cambiate, in meglio, tantissime cose. Quello che ha fatto è stato dettato da un principio fondamentale, prima viene la squadra e nessun giocatore viene prima degli altri".

Luciano Spalletti: "È stato solo un momento di rabbia"

"Totti? Domani torna ad allenarsi, è stato solo un momento. Ormai è andata, nelle intenzioni di tutti c’è la volontà di un chiarimento. È stato solo un momento di rabbia, una reazione, un malessere che è capibile sotto certi aspetti. Lui sa di essere ancora un giocatore, si è comportato così" ha dichiarato l'allenatore della Roma dopo la partita vinta 5-0 contro il Palermo.

Flavio Briatore: "Totti? Uno sfogo non adeguato"

"Credo che certe star magari non sanno mai quando smettere, lo abbiamo visto con Del Piero alla Juve e altri giocatori. Bisogna riconoscere che c'è modo e modo di fare le cose e lo sfogo di Totti non è stato adeguato, doveva farlo a chi deve decidere, che sia l'allenatore o la società, non sono i tifosi a decidere chi gioca e chi non gioca. È una cosa che si poteva risolvere con un po' piu' di tatto e fair-play" ha dichiarato Flavio Briatore.

Giancarlo Antognoni: "Io fui escluso a 31 anni, lui ne ha 39"

"Dispiace per Francesco e per la sua situazione, serve però un esame di coscienza, nella consapevolezza della sua vicenda". Così Giancarlo Antognoni commentando il caso del capitano della Roma. "Non ci sono similitudini tra il mio caso e quello di Totti, quando fui escluso da Agroppi, nel club viola, avevo 31 anni, ero fermo da un anno e mezzo per l'infortunio ma stavo bene. Totti ne ha 39..."

Luca Zingaretti: "Per lui non è facile stare in panchina"

"Penso che Totti abbia sbagliato nei modi. Alla vigilia di una partita importante non si fa scoppiare una roba del genere però nella vita si sbaglia, chi non ha fatto un errore?". Parola del grande tifoso giallorosso Luca Zingaretti a margine della presentazione dei nuovi episodi de Il Comissario Montalbano a Roma nella sede Rai di Viale Mazzini. "Capisco che non è facile stare in panchina se sei stato un campione sempre in campo, si è innervosito ed ha fatto questa uscita".

Gigi Simoni: "Totti si merita più pazienza di altri"

"Il caso va risolto faccia a faccia per non creare difficoltà. Bisognerebbe parlare e trovare una soluzione. Il giocatore può voler giocare ancora e l'allenatore, magari, pensa più alla squadra che alle individualità: una cosa che si ripete, è antipatico. Però devo dire che Totti merita dei riguardi particolari: è stato uno dei più grandi giocatori che abbiamo avuto. Quindi, un po' di pazienza bisogna averla".

Gianni Rivera: "Se ne è già parlato troppo, deciderà lui"

 "Basta parlare del caso Totti, se ne è già parlato troppo. Un giocatore di quel livello deve decidere da solo quando smettere". Lo ha detto l'ex campione del Milan, Gianni Rivera, a margine della premiazione della Hall of fame del calcio italiano, nel Salone dei Cinquecento di Palazzo Vecchio, a Firenze.

Marco Tardelli: "A gennaio gli ho consigliato di smettere"

"La situazione Totti-Spalletti-Roma è stata gestita male da entrambe le parti. Totti merita qualcosa di importante nella Roma, gli ho suggerito a gennaio di smettere con il calcio, era meglio se lasciava e diventava ambasciatore della Roma nel mondo. Doveva diventare come Bobby Charlton nel Manchester United.

Ronaldo: Totti merita rispetto, decida lui quando smettere"

"La storia di Totti? Non c'è una storia diversa rispetto a quella che ha fatto lui in tutta la sua carriera. Poi deciderà lui quando fermarsi, però Totti sicuramente è uno dei più importanti giocatori d'Italia. Perciò merita tutto il rispetto. Saprà lui il momento in cui vuole fermarsi". Lo ha detto Ronaldo, a margine della premiazione della Hall of fame del calcio italiano, rispondendo sul caso Totti. "Comunque, è molto difficile perché noi facciamo questo mestiere, lo amiamo tanto e siamo anche pagati per farlo. Però non conosco un giocatore che non ama il calcio. È bello fare quello che piace ed è dura smettere. Bisogna capirlo".

Roberto Mancini: "Sono convinto che sarà tutto chiarito a breve"

"Credo che la cosa si possa ricomporre tranquillamente: Francesco è una bandiera della Roma, e Spalletti è l'allenatore della Roma". Lo ha detto Roberto Mancini, allenatore dell'Inter, interpellato dai giornalisti sul caso Totti. "Mi dispiace per un personaggio come Francesco che ha dato tutta la sua vita alla Roma e si trova in una situazione difficile ma capisco allo stesso tempo l'allenatore".

Walter Zenga: "Spalletti ha espresso il pensiero di tutti i tecnici"

"La dichiarazione di Spalletti è molto chiara, è anche evidente che Totti è un'icona di Roma e viene ampliata molto di più la situazione che si è venuta a creare. Spalletti è stato molto chiaro, ha fatto capire a tutti il pensiero comune di tutti gli allenatori". Cosi' Walter Zenga, ai microfoni di Radio Anch'io Sport, su RadioUno.

Giorgia Meloni: "Non dovrebbe smettere mai"

Giorgia Meloni, deputata di FdI, ha parlato di Totti nel programma di Rai Radio2 Un Giorno da Pecora, condotto da Geppi Cucciari e Giorgio Lauro. Riguardo la querelle Totti-Spalletti, la Meloni, tifosissima della Roma, ha detto: "Non voglio infilarmi in queste diatribe e dire chi dei due ha sbagliato. Da tifosa, penso solo che Totti non debba smettere mai".

Ignazio La Russa: "Venga all'Inter..."

 "Se Francesco Totti alla Roma non dovesse più avere spazio per giocare, venga all'Inter che vinciamo lo scudetto insieme". Cosi' Ignazio La Russa, deputato di Fratelli d'italia ha commentato su Twitter la vicenda.

Alfio Marchini: "Tuteliamo le bandiere rimaste!"

"Capisco Spalletti e il fatto che voglia mettere delle regole comportamentali, ma capisco anche, come si dice a Roma, che a Totti gli roda". Queste le parole di Alfio Marchini a TgCom24 in merito al caso Totti-Spalletti. "Rispetto ad un grande campione che ha dato moltissimo a Roma, che ha dato il proprio cuore, le proprie ginocchia, che ha dato tutto, io gli perdono anche se in un momento di sconforto e di rabbia possa aver detto una parola di troppo. Spero che ci sia buon senso, perché di bandiere ce ne sono poche in tutto, nella politica come nella vita, le poche bandiera che ci sono rimaste cerchiamo di tutelarle il più possibile".

Ti potrebbe piacere anche

I più letti