Sport

Torna il braciere, ma è solo per pochi

È stato riacceso, ma solo i fortunati spettatori dell’atletica vi avranno accesso

Londra: braciere spento e spostato
strip-post-007-olimpiadi_emb4_emb4.jpg

Il braciere olimpico è stato posizionato e l’atletica, regina degli sport, ha aperto le danze all’Olympic Stadium.

Dopo tutte le polemiche dei giorni scorsi, in cui le parole di sdegno per lo spegnimento della sacra fiamma hanno invaso i giornali, eccolo finalmente al suo posto.

La fiamma è stata conservata in una lanterna speciale della marina britannica, la stessa che l’aveva trasportata da Olimpia, ma il sogno si è infranto.

A poco è valso dare spiegazioni, le Olimpiadi non sono solo un grande evento di sport, sono tradizione, missione, valori di pace e uguaglianza tra popoli, sono la passione che quel fuoco sacro evoca in ognuno di noi.

Ma qui non è stato così. Il braciere, acclamato dal mondo, non è stato altro che un elemento scenografico, di grande effetto, ad una cerimonia che sembrava un musical.

Non potranno goderne gli atleti dal villaggio, né le persone comuni potranno scattare le tanto amate fotografie a fianco ad esso, così tipiche in un’Olimpiade, perché solo i fortunati spettatori dell’atletica vi avranno accesso. Peccato però che con questo problema dei biglietti che impazza a Londra, anche se tanti, non saranno mai i milioni a cui questo simbolo sarebbe spettato.

© Riproduzione Riservata

Commenti