Taider - Inter, il punto sulla trattativa

Mbaye e Duncan sono la chiave per arrivare all'algerino del Bologna

Nicolò Schira

-

Da Thohir a Taider in casa Inter il passo potrebbe essere breve. Non è un gioco di parole, bensì lo scenario di mercato riguardante il club nerazzurro. In queste ore, infatti, la società di corso Vittorio Emanuele sta stringendo i contatti per accaparrarsi il gioiello del Bologna. Dunque il franco-algerino potrebbe essere il primo colpo dell'Inter indonesiana. Stessa lettera iniziale e medesima consonante finale per il nuovo patron e il centrocampista classe '92. Da Bologna si sono detti pronti ad accettare la seconda metà del cartellino dello sloveno Renè Khrin insieme alla metà di uno fra Ibrahim Mbaye e Alfred Duncan più qualche milioncino di euro a corredo. Una richiesta importante ma in linea con la politica societaria felsinea: non più tardi di un mese fa per Taider fu rispedita al mittente la proposta di 6 mln dello Stoccarda. Circa diciotto mesi fa la Juventus si era accaparata la metà del cartellino dell'ex Grenoble, prima di mollarlo completamente al Bologna per poco più di 2 mln. Un valore nell'arco di un anno quintuplicatosi. Per questo l'agente del giocatore, George Antangana, spinge per i nerazzurri. A Milano Saphir Taider ariverebbe a guadagnare quasi un milione all'anno: circa il quadruplo degli attuali emolumenti (250mila euro netti all'anno) percepiti sotto le Due Torri. Antangana è stato l'artefice nelle scorse settimane del passaggio di Ishak Belfodil in nerazzurro dal Parma e ora conta di concedere il bis, sfruttando gli ottimi rapporti con Branca e Ausilio. Non a caso domani sarà a Milano proprio per incontrare, possibilmente lontano da occhi indiscreti, i dirigenti interisti: da Thohir a Taider, l'inter è pronta a cambiare pelle.

© Riproduzione Riservata

Commenti