Superbike ad Aragon, prima tappa europea 2015
Dorna WSBK
Superbike ad Aragon, prima tappa europea 2015
Sport

Superbike ad Aragon, prima tappa europea 2015

Terzo round per il Campionato Mondiale eni FIM: si corre sul circuito spagnolo con Jonathan Rea a difendere la leadership della classifica piloti

I valori in pista

Prima tappa europea per il Campionato Mondiale eni FIM Superbike nel terzo round della stagione che si corre all'Aragon MotorLand di Alcaniz, in Spagna.

A guidare la classifica piloti c'è Jonathan Rea su Kawasaki, con 95 punti, Davanti a Leon Haslam e Tom Sykes, distaccati, rispettivamente, di 10 e 45 lunghezze. Lo scorso anno fu quest'ultimo ad assicurarsi la doppietta di gara e si presenterà in Spagna con una grande voglia di rivalsa, dopo un inizio di stagione così così che gli ha dato finora un solo piazzamento sul podio

Guardando alle passate quattro edizioni, gli italiani Max Biaggi e Marco Melandri si sono avvicendati al primo posto nel 2011 e 2012, mentre i britannici Chaz Davies e Tom Sykes sono stati autori di doppiette rispettivamente nel 2013 e l’anno passato.

Tra le ultime novità, l'ingresso in scena di Xavi Fores in sella alla Ducati in sostituzione dell’ancora infortunato Davide Giugliano dopo che Troy Bayliss ha deciso di chiudere definitivamente la sua carriera da pilota.

Sotto osservazione anche Alex Lowes e i rider Honda Sylvain Guintoli e Michael van der Mark, in attesa del round di casa ad Assen, la prossima settimana.

Il circuito

A 4 anni dall'esordio in Superbike, il tracciato spagnolo verrà per la prima volta utilizzato nella configurazione FIM di 5.078 m, con due curve a sinistra ad immettere sul rettilineo dei box.

Progettatto dall'architetto tedesco Hermann Tilke con la consulenza tecnica e sportiva del pilota Pedro de la Rosa è stato inaugurato nel 2009.

Le gomme

Questo circuito si caratterizza per l’elevato tenore di aggressività dell’asfalto che interessa in modo particolare gli pneumatici posteriori. Presenta infatti una superficie con una rugorosità molto pronunciata che si unisce a temperature non troppo alte e tipiche del mese di aprile. Inoltre la possibile presenza di residui sabbiosi trasportati dal vento accentua questa abrasività. La sabbia che si deposita sul manto stradale impedisce, infatti, il contatto ottimale tra battistrada e asfalto e causa così perdite di aderenza in percorrenza e derive verso il centro di curva.

Non è quindi inusuale vedere, durante le prime prove del weekend e nel corso del warm up, forti usure e lacerazioni da freddo sugli pneumatici posteriori.

La scelta degli pneumatici anteriori, aldilà dell’aggressività dell’asfalto che incide solo parzialmente sulla loro usura, deve tenere in considerazione altri due aspetti chiave. Il primo è la violenta frenata in fondo al rettilineo più lungo del tracciato e le forti pendenze che causano un carico elevato sull’anteriore. Entrambe queste situazioni necessitano di un grande sostegno da parte dell’anteriore al fine di impedire vibrazioni e movimenti in inserimento.

Il secondo aspetto da tenere in considerazione è, al contrario, legato alle curve veloci e ai molteplici cambi di direzione, dove è necessaria una buona precisione ed aderenza al suolo. Per ridurre al minimo i tempi di percorrenza, non è possibile trascurare il grip della mescola anteriore, ecco perchè sono state portate due soluzioni morbide in grado di offrire maggiore trazione.

Pirelli, fornitore unico del Campionato, propone 3 soluzioni da asciutto per l’anteriore e 3 per il posteriore a cui si aggiungono come sempre lo pneumatico posteriore da qualifica che i piloti potranno utilizzare nelle due sessioni della Superpole del sabato e le soluzioni da intermedio, disponibili in quantità di 3 per l’anteriore e per il posteriore, e da pioggia, in quantità di 8 sia per l’anteriore che per il posteriore. In questo caso sarà presente anche uno pneumatico posteriore da bagnato di sviluppo che dovrebbe offrire maggiore stabilità in rettilineo e in frenata.


Così in tv

Getty Images

Sabato 11 aprile
ore 9.40, Prove Libere 3 (Diretta Italia 1 e Italia 2)
ore 12.30, Prove Libere 4 (Diretta Italia 2)
ore 15.00, Superpole 1 (Diretta Italia 1 e Italia 2)
ore 15.25, Superpole 2 (Diretta Italia 1 e Italia 2)

Domenica 12 aprile
ore 8.40, Warm Up (Diretta Italia 2)
ore 10.30, Gara 1 (Diretta Italia 1, Italia 2 ed Eurosport)
ore 13.00, Gara 2 (Diretta Italia 1, Italia 2 ed Eurosport)
ore 22.30, Gara 1 (Replica Eurosport)
ore 23.15, Gara 2 (Replica Eurosport)




Sabato 11 aprile
ore 9.40, Superbike, Prove Libere 3, Italia 1 e Italia 2, DIRETTA
ore 10.45 Supersport, Prove Libere 3, Italia 2, DIRETTA
ore 11.45 Superstock 600, Qualifiche, Italia 2, DIRETTA
ore 12.30 Superbike, Prove Libere 4,  Italia 2, DIRETTA
ore 15.00, Superbike, Superpole 1, Italia 1 e Italia 2, DIRETTA
ore 15.25, Superbike, Superpole 2, Italia 1 e Italia 2, DIRETTA
ore 17.40, Superstock 600, Gara 1, Italia 2 DIRETTA

Domenica 12 aprile
ore 8.40, Superbike, Warm Up, Italia 2, DIRETTA
ore 9.05, Supersport, Warm Up, Italia 2, DIRETTA
ore 9.30, Superstock 1000, Warm Up, Italia 2, DIRETTA
ore 10.30, Superbike, Gara 1, Italia 1, Italia 2 e Eurosport 2, DIRETTA
ore 11.30, Supersport, Gara, Italia 1, Italia 2 e Eurosport, DIRETTA
ore 13.00, Superbike, Gara 2, Italia 1, Italia 2 e Eurosport 2, DIRETTA
ore 14.15, Superstock 1000, Gara, Italia 2, DIRETTA
ore 16.00, Superstock 600, Gara 2, Italia 2, DIRETTA
ore 22.30, Superbike, Gara 1, Eurosport, replica
ore 23.15, Superbike, Gara 2, Eurosport, replica - See more at: http://www.insella.it/sport/sbk-2015-orari-diretta-tv-gp-aragon-italia-1-e-italia-2#sthash.TjBi07HN.dpuf

Ti potrebbe piacere anche

I più letti