Premier League: Sunderland sempre più italiano

Valentino Angeloni lascia l'Inter per diventare direttore sportivo del club inglese. Prime mosse: conferma di Di Canio e shopping in serie A, a partire dal difensore Diakitè

Con l'arrivo al Sunderland di Valentino Angeloni come ds, diventa molto probabile la conferma di Paolo Di Canio sulla panchina del club inglese. (Credits: Ansa)

Nicolò Schira

-

La ventunesima squadra della serie A. Una definizione spesso abusata al proposito di formazioni straniere nelle cui fila ci sono parecchi giocatori del nostro Paese. In questo caso però ci sta tutta, dal momento che gli italiani sono presenti anche al timone del club: il Sunderland si candida sul serio a diventare un avamposto della nostra massima serie.

Tutto è iniziato la scorsa primavera con l'avvento in panchina di Paolo Di Canio, subito artefice della salvezza dei "Black Cats". La conferma dell'ex bandiera laziale sembrava in bilico fino a qualche giorno fa, ma l'arrivo di un uomo-mercato italiano cambierà gli scenari: il nuovo direttore sportivo dell'area tecnica della formazione inglese sarà infatti Valentino Angeloni, che per approdare ai "gatti neri" della Premier League chiuderà anticipatamente la sua esperienza di capo degli osservatori all'Inter.

Lo sbarco ufficiale nel Regno Unito di Angeloni (con relativo contratto triennale) è previsto già nei prossimi giorni. Il  primo colpo del nuovo direttore sportivo sarà un italiano d'adozione quale il difensore Mobido Diakitè, in scadenza di  contratto con la Lazio e - guarda caso - nel mirino anche dell'Inter. Ma lo shopping di Angeloni in serie A non dovrebbe  fermarsi qui: già diversi contatti sono stati imbastiti per il portiere Morgan De Sanctis (Napoli), mentre sono seguiti con attenzione dal Sunderland anche Luis Pedro Cavanda (Lazio), Paulinho (Livorno) e Dejan Stankovic (Inter). Senza dimenticare i contatti con un ex protagonista della nostra massima divisione come Milos Krasic: l'entourage dell'esterno serbo ha già avuto i primi abboccamenti con il Sunderland e ha manifestato la propria disponibilità.

I progetti del club inglese sono ambiziosi e il primo passo per sognare in grande potrebbe essere l'approdo in Europa League. In attesa di sbarcare in Europa, dalle parti dello Stadium of Light hanno intanto aperto un fattivo ponte con l'Italia.

© Riproduzione Riservata

Commenti