Il villaggio olimpico e altri animali

Mentre Gus Kenworthy, argento nello slopestyle, scende in pista per adottare un gruppo di cuccioli, l'altra americana Kate Hansen scherza coi lupi...

L'americano Gus Kenworthy, medaglia d'argento nello slopestyle, con i cuccioli che vuole riportare con sé negli Stati Uniti. – Credits: Facebook / Gus Kenworthy

Tra le polemiche relative a Sochi 2014, una ha riguardato anche la campagna di eliminazione dei cani randagi che le autorità locali avrebbero messo in atto in vista dei Giochi. Pare però che in tanti siano fortunatamente sopravvissuti alla strage, attirando la simpatia di diversi atleti.
Il più animalista di tutti si è rivelato l’americano Gus Kenworthy, argento nello slopestyle, che dopo essersi imbattuto in un gruppo di cuccioli ha deciso di cercare di portarli con sé negli States: "Ho già preparato le cucce e fissato gli appuntamenti per le vaccinazioni", ha postato in facebook, anche se temiamo che la gara contro la burocrazia sia più dura di quella che ha dovuto affrontare in pista.
Si è invece rivelato uno scherzo il video postato dalla sua collega di Nazionale Kate Hansen, decima nello slittino femminile: quel lupo in visita turistica al villaggio olimpico era infatti solo il frutto di un videomontaggio realizzato con la complicità della rete americana ABC e subito diventato un fenomeno virale nel Web.

© Riproduzione Riservata

Commenti