serie b ripescaggi
ANSA/ MATTEO BAZZI
serie b ripescaggi
Sport

Serie B, record di spettatori a Natale: ecco il Boxing Day italiano

In due giornate 166mila biglietti venduti negli stadi: il modello inglese funziona anche da noi (ma non in serie A)

Giocare a Natale si può e non solo nella lontana Inghilterra, capace di trascinare negli stadi della Premier League 547.339 spettatori per le gare del Boxing Day di Santo Stefano. Gli inglesi lo hanno ormai come tradizione e non rinucerebbero per nulla al mondo alla vetrina invernale che contribuisce ad esportare il loro calcio in giro per il mondo, riempiendo anche i palinsesti di quei paesi come il nostro in cui tutto si ferma. O quasi.

I dati della serie B che ha previsto, come ormai da qualche stagione, due turni nel periodo natalizio sono la conferma che anche in Italia la richiesta di calcio esiste anche sotto le feste. Le 21 partite disputate (manca Perugia-Vicenza rinviaa causa nebbia) hanno raccolto complessivamente 166.795 spettatori con una crescita stimata in circa il 10% rispetto alle medie stagionali di presenze.

Serie A, fuga dagli stadi: solo il 55% dei posti occupati

Serie B: record di presenze allo stadio

La 20° giornata (23 dicembre) ha portato allo stadio 87.359 persone (+3,5% sulla media delle squadre che giocavano in casa) e la 21° e ultima del girone di andata (27 dicembre) ha fatto anche meglio: 79.436 con un +20%. Ovunque più gente sotto Natale che nel resto dell'anno con la unica eccezione di Lancian0 dove, però, sono in corso lavori per la sistemazione di un settore dell'impianto.

Dunque la formula funziona ed è anche la dimostrazione che esiste uno spazio in cui cercare di inserirsi per migliorare l'appeal del nostro calcio. La serie A ignora da anni questa opportunità e si ferma per le canoniche vacanze invernali. Il campionato tornerà il 5 dicembre con il derby di Genova dopo essere andato in letargo lo scorso 20 dicembre con le partite della 17° giornata. 

Questioni di meteo, ma in Inghilterra non si sta certo meglio e il Boxing Day ha visto numeri da record malgrado le forti piogge che hanno causato disagi nel nord e la serie B gioca alle spesse latitudini dei fratelli maggiori. Come il presidente della Lega B Andrea Abodi ha avuto modo di ricordare, anche l'opposizione del sindacato calciatori è stata superata semplicemente chiedendo di poter scendere in campo e posticipando la sosta di un paio di settimane. Difficile che a breve cambi qualcosa nel massimo campionato, ma il modello da imitare c'è e i risultati sono positivi anche in Italia.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti