Sci: la Coppa del Mondo all'atto finale
Getty Images.
Sci: la Coppa del Mondo all'atto finale
Sport

Sci: la Coppa del Mondo all'atto finale

In programma sulle nevi svizzere di Lenzerheide le gare decisive: il pronostico di Mattia Casse, talento azzurro in pieno recupero dopo un grave infortunio

Classe 1990, piemontese ma cresciuto sportivamente a Tarvisio, nel 2010 Mattia Casse (nella foto sotto) vinceva l'oro nella discesa libera e il bronzo in SuperG ai Mondiali Juniores, accreditandosi come grande speranza azzurra. Nessuno a livello giovanile aveva avuto prima gli stessi risultati, eccezion fatta per un certo... Kristian Ghedina. Un infortunio alla spalla lo ha lasciato però fuori per tutta la sua prima stagione di Coppa del Mondo, con il successivo recupero che lo vede ora in costante e decisa crescita proprio mentre sta per disputare le Finali di Coppa Europa ad Andorra: "Nel SuperG potrò dire la mia e aspirare al podio, mentre so che nella libera posso fare bene ma devo ancora lavorare tanto".

mattia_casse_emb4.jpg

Negli stessi giorni, a Lenzerheide in Svizzera i migliori 25 atleti in assoluto di ogni specialità (uomini e donne) parteciperanno invece alle Finali di Coppa del Mondo, l'evento che chiude la stagione agonistica dello sci, con i punti in palio che saranno fondamentali per eleggere i migliori in assoluto della stagione. "Nella discesa di domani io scommetterei sul nostro Silvano Varettoni", si sbilancia Mattia Casse. "Parte da outsider ed è galvanizzato dall'avvenuta qualificazione alle Finali: se riesce a ottenere un buon numero di partenza, può essere davvero la sorpresa della gara. E poi è facile prevedere che gli svizzeri - a partire da Patrick Kueng - vogliano mettersi in mostra sulla neve di casa".

Se gli addetti ai lavori si attendono poi molto in slalom dal giovanissimo norvegese Henrik Kristoffersen e se è facile prevedere che l'americano Ted Ligety vinca agevolmente il gigante, "è invece molto difficile pronosticare il vincitore della Coppa del Mondo generale", prosegue Casse. "Il norvegese Aksel Svindal ha solo quattro punti di svantaggio sull'austriaco Marcel Hirscher, e se da un lato può partecipare a tre gare contro le due dell'avversario, dall'altro non è in un grandissimo momento di forma. Sarà quindi davvero tutto aperto sino alla fine".

Tra le donne la sfida è invece tra la tedesca Maria Riesch e l'austriaca Anna Fenninger, divise però da 29 punti in classifica generale, con la slovena Tina Maze (uscita in formissima dalle Olimpiadi) e la ticinese Lara Gut che contenderanno loro il podio in tutte le discipline.

I più letti