SBK 2014: Sylvain Guintoli, il Campione del Mondo della porta accanto
Ansa/Ufficio Stampa Aprilia
SBK 2014: Sylvain Guintoli, il Campione del Mondo della porta accanto
Sport

SBK 2014: Sylvain Guintoli, il Campione del Mondo della porta accanto

La vita e la carriera del pilota francese che ha regalato ad Aprilia il nuovo titolo mondiale in Superbike

Press Apriliaracing

A quattordicianni dal suo esordio tra i cordoli, il 32enne francese Sylvain Guintoli conquista il suo primo titolo mondiale, regalando ad Aprilia la terza vittoria iridata piloti e la quarta costruttori in Superbike, portando il palmares assoluto a 54 allori.

La vittoria finale del campione transalpino è arrivata al termine di una stagione fatta di alti e bassi e combattuta - in rimonta - fino all'ultima gara con Tom Sykes, che a metà stagione aveva ben 43 punti di vantaggio.

Jamie MacDonald/Allsport

I primi risultati del rider d'Oltralpe nelle competizioni risalgono al 2000, con la conquista del titolo francese e con la partecipazione all'Europeo nella classe 250, dove ottiene la terza posizione finale. Nello stesso anno, esordisce - come wild card - nel Motomondiale.

L'anno successivo, le sue "apparizioni" nel Campionato Mondiale - in sella a un'Aprilia - sono sempre più frequenti. Chiude il Campionato in 14esima posizione


VANDERLEI ALMEIDA/AFP/Getty Images

Il 2002 è l'anno che segna l'esordio di Guintoli nella classe regina del Mondiale, nel GP della Repubblica Ceca in sella a una Yamaha. L'anno successivo è nuovamente su Aprilia, la 250, che porta il primo podio al suo palmares


WILLIAM WEST/AFP/Getty Images

Fino al 2006 rimane in Aprilia e ottiene, come miglior risultato, la decima posizione finale, nel Mondiale 2005


KARIM JAAFAR/AFP/Getty Images

Il 2007 è un anno-chiave, perché rappresenta il momento iniziale della fase più intensa delle attività di Guintoli in MotoGP. In sella alla Yamaha del team Tech 3 chiude la stagione al 16esimo posto

Getty Images

Nel 2008 il passaggio a Ducati, sempre in MotoGP. Chiude al 13° posto in classifica. L'anno dopo è quello della parentesi nel campionato britannico Superbike, nel quale corre con Suzuki. 2010, ulteriore svolta: il suo passaggio definitivo al mondo Superbike. All'esordio è con Suzuki e si piazza al settimo posto assoluto.

AFP/Getty Images

In sella alla Ducati 1098R, nel 2011 e nel 2012, continua - tra alti e bassi (e un sesto e settimo posto) - la sua avventura in Superbike

Getty Images

Il passaggio in Aprilia, nel 2013 segna il suo miglior risultato nel mondiale delle derivate dalla serie migliore di sempre: terzo gradino del podio assoluto di Campionato

Sylvain e gli altri papà sprint della Superbike: clicca qui per scoprire chi sono

Ti potrebbe piacere anche

I più letti