Sampdoria, si ricomincia da Walter Zenga: gli acquisti
Getty Images
Sampdoria, si ricomincia da Walter Zenga: gli acquisti
Sport

Sampdoria, si ricomincia da Walter Zenga: gli acquisti

Tra domani e venerdì la presentazione a Genova. In arrivo Rugani, niente da fare per Balotelli. A meno che Eto'o...

La nuova Sampdoria prende forma. Dopo l'addio di Sinisa Mihajlovic la società di Corte Lambruschini non ha perso tempo e nonostante le indiscrezioni tv fornite da Ferrero da Ferrero (ospite da Fazio aveva parlato di uno tra Sarri, Donadoni e Paulo Sousa) l'uomo da cui ripartire risponde al nome di Walter Zenga

L'ex portiere dell'Inter torna così in Italia dopo l'esperienza a Dubai dal 2010 con l'Al Nassr, l'Al Nasr e l'Al Jazira. Una carriera in panchina già lunga, iniziata sul finire degli anni '90 con i New England Revolution e continuata con esperienze in tutto il mondo, dalla Romania alla Serbia passando per Turchia e serie A con Palermo e Catania. Il palmares da allenatore parla di un campionato romeno con la Steaua Bucarest nel 2004/2005 e di un doppio trionfo campionato-coppa con la Stella Rossa di Belgrado nell'anno successivo. Era tempo che Walter Zenga cercava l'opportunità giusta per tornare nel giro della serie A. Dopo l'addio di Mazzarri era stato ad un passo dall'Inter mentre a dicembre ha rifiutato la panchina del Cagliari dopo l'esonero di Zeman. 

La proposta di Ferrero (1 anno di contratto a circa 720 mila euro netti di ingaggio) è stata considerata ideale per giocarsi una nuova chance in serie A. Dopo l'incontro positivo con il presidente a Roma oggi è in programma anche quello con Carlo Osti per definire le strategie di mercato che segneranno le trattative estive. Tra i motivi per cui la Sampdoria ha scelto Zenga c'è anche lo stesso punto di vista sulla valutazione della rosa. L'ex Uomo Ragno nerazzurro, al contrario di Sarri e Paulo Sousa, ha infatti valutato già positivamente i giocatori a disposizione individuando una campagna mirata per non indebolirsi e puntellare i reparti con interventi non troppo onerosi per le casse blucerchiate, già provate dagli investimenti invernali per Muriel ed Eto'o. In partenza quasi sicuramente ci sarà Pedro Obiang (verso la Premier League), anche Soriano ha mercato (nonostante le smentite di Ferrero con l'offerta giusta può partire), mentre Eder per una proposta superiore o pari ai 10 milioni può partire. Dubbi sulle conferme di Viviano e De Silvestri mentre è sicuro l'addio di Okaka (Bergessio invece ha già rescisso il contratto). 

Già acquistati Moisander dall'Ajax, Bonazzoli dall'Inter e Barreto dal Palermo, la Samp aspetta di sapere chi dovrà fare le valigie per poi agire di conseguenza. Da monitorare la situazione di Samuel Eto'o, voglioso di continuare l'avventura in Liguria ma sempre ricettivo nei confronti dei ponti d'oro che potrebbero essere proposti dai campionati più esotici (MLS e Dubai). La partenza del camerunense potrebbe essere l'unico modo per dare nuovamente tono all'operazione per Mario Balotelli, in uscita da Liverpool ma non tra le priorità di Zenga. Stesso discorso per Antonio Cassano, ancora senza squadra, che aspetta di sapere quale sarà la nuova guida tecnica per cercare di salire sull'ultimo treno blucerchiato. Partito Romagnoli si pensa a rinforzare la difesa, con la Juventus si tratta per il prestito di Rugani mentre con l'Empoli è in piedi anche la trattativa per Valdifiori

Dalla Roma può arrivare un nuovo prestito come accaduto 12 mesi fa con Alessio Romagnoli: questa volta potrebbe toccare a Daniele Verde, attaccante classe 1996 messosi in luce in questo campionato. Sempre con i giallorossi c'è stato un sondaggio per Mattia Destro: la Sampdoria vuole puntare su una punta di peso (che è mancata in questa stagione) e l'ex Milan è in cerca di rilancio. In alternativa c'è sempre il nome di Pazzini ma l'ingaggio del giocatore pesa non poco e difficilmente l'ex numero 10 rinuncerà ad un ultimo contratto più vantaggioso. Con l'Inter si continua a parlare di Marco Andreolli che i blucerchiati potrebbero acquistare a titolo definitivo per poco meno di 3 milioni di euro. Si allontata il riscatto di Acquah che tornerà all'Hoffenheim così come sembra definitivamente sfumato l'arrivo di Ayew dall'Olympique Marsiglia. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti