ANSA/ALESSANDRO DI MARCO
Sport

Ronaldo, multa e niente squalifica per il gesto contro i tifosi dell'Atletico

La Uefa non usa la mano pesante con il portoghese: 20.000 euro. Sarà disponibile regolarmente nei quarti di finale della Champions con l'Ajax

Cristiano Ronaldo sarà disponibile nei quarti di finale della Champions League contro l'Ajax. L'Uefa ha deciso di multarlo senza squalificarlo dopo il gesto verso i tifosi dell'Atletico Madrid la fischio finale della sfida dello Stadium e la Juventus può tirare un sospiro di sollievo perché non perde il suo giocatore più importante.

La Commissione Etica e disciplinare Uefa lo ha sanzionato con una multa da 20.000 euro identica a quella comminata a Simeone dopo la gara d'andata al Wanda Metropolitano.

L'epilogo senza squalifica era abbastanza prevedibile. Come Panorama aveva anticipato lo scorso 18 marzo al momento dell'apertura del fascicolo di indagine da parte della Commissione disciplinare (LEGGI QUI L'ANTICIPAZIONE), la stessa scelta di procedere per l'articolo 11 del Codice e non per l'articolo 15 portava alla conclusione che esistesse la volontà di analizzare quanto accaduto nella sua complessità.

Dunque, non solo il gesto condannabile e condannato di Ronaldo, ma anche il precedente di Simeone e le provocazioni subite sia all'andata che al ritorno.

Cristiano Ronaldo, il gesto di risposta a Simeone | video

Il caso era stato sollevato a livello internazionale dalla testata catalana Mundo Deportivo che aveva pubblicato la foto di AP che toglieva ogni dubbio su quale fosse l'obiettivo del gestaccio del portoghese. Ronaldo rischiava la squalifica perché era difficile non classificare come insultante e provocatorio il suo rivolgersi al settore dei colchoneros, ma la Uefa ha scelto una strada differente.

A CR7 è stata contestata la "condotta impropria" per violazione di un comportamente decente e atteggiamento che getta discredito sul calcio e sulla stessa Uefa. Il processo a Nyon si è chiuso con la multa.

Ti potrebbe piacere anche