Caso Alvarez, il TAS dà ragione all'Inter: in arrivo 10,5 milioni di euro
Getty Images
Caso Alvarez, il TAS dà ragione all'Inter: in arrivo 10,5 milioni di euro
Sport

Caso Alvarez, il TAS dà ragione all'Inter: in arrivo 10,5 milioni di euro

La vicenda risale al 2015, i nerazzurri avevano contestato al Sunderland il mancato pagamento del fantasista ora alla Sampdoria

Soldi in arrivo per le casse dell'Inter che si preparano ad ottenre i 10,5 milioni di euro a lungo attesi nel caso di Ricky Alvarez, ex centrocampista nerazzurro ora alla Sampdoria. La vicenda risale al 2015 quando l'argentino fu ceduto dall'Inter alla società inglese del Sunderland. L'accordo prevedeva un premio di 8 milioni di sterline (circa 10,5 milioni di euro) ai nerazzurri in caso di permanenza del club inglese in Premier League.

A salvezza ottenuta la società britannica si è però rifiutata di corrispondere la cifra dichiarando che l'accordo per Alvarez era per un prestito annuale e incolpando anche l'Inter di aver omesso la necessità di un intervento al ginocchio per l'argentino. La questione è arrivata fino alla FIFA e al Tas di Losanna che, anche secondo HITC Sport, ha finalmente deciso di confermare la sentenza della FIFA dando ragione all'Inter e costringendo così il Sunderland a pagare i 10,5 milioni di euro. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti