Felix Baumgartner ha superato la barriera del suono

La missione Red Bull Stratos ha avuto successo. L'austriaco entra nella storia - il video - le foto -

L'austriaco Felix Baumgartner pochi istanti prima del tuffo nel vuoto (Credits: Red Bull Stratos)

Felix Baumgartner ce l'ha fatta. E' il primo uomo a superare da solo la barriera del suono. nessun aereo, nessun razzo. L'astriaco si è lanciato nel vuoto dall'impressionante altezza di 39mila metri, ben oltre i 36.600 preventivati dalla mission control. Un volo libero di oltre 5 minuti, 300 interminabili secondi in cui ha raggiunto e superato la barriera del suono.

La missione denominata Red Bull Stratos, dopo due rinvii ed il rischio che venisse annullata ha avuto il successo sperato.

Stamattina, quando a Roswell, nel New Messico era da poco sorto il sole, il pallone aerostatico gonfiato ad elio, studiato dagli scienziati ha cominciato la sua lenta ma inesorabile salita. Tutto il mondo ha potuto seguire in diretta l'ascesa, avendo addirittura a disposizione non solo i dati su temperatura, velocità di salita, pressione e livello di ossigeno nella cabina, ma grazie ad una webcam poteva guardare negli occhi lo stesso Baumgartner che non ha mai avuto alcun'esitazione.

Alle 20.08 (ora italiana) dopo più di due ore e 25 minuti di ascesa, Felix ha lasciato la capsula e si è lanciato nel vuoto. In 35", con un'accelerazione pazzesca, ha raggiunto la velocità del suono, che ha tenuto per il restante tempo della discesa.

per qualche secondo lo si è visto roteare, come se fosse fuori controllo. Poi ha ritrovato la posizione di controllo caduta, cosiddetta posizione a "delta" fino all'apertura del super paracadute che gli ha poi consentito di ridurre la velocità fino a 200 km/h, fino alla fase finale ed il ritorno al suolo, quasi 7 minuti dopo.

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Red Bull Stratos: è il gran giorno

Il paracadutista e base jumper austriaco si sta per lanciare. Riuscirà a superare la barriera del suono?

Commenti