Real Madrid Barcelona
Gonzalo Arroyo Moreno/Getty Images
Real Madrid Barcelona
Sport

Real Madrid-Barcellona: tutti i numeri del Clasico

E' la notte delle stelle, la sfida tra i club più ricchi e affascinanti del mondo: 1,2 miliardi di fatturato e 420 milioni in stipendi...

E' la partita più bella e importante del calcio mondiale. Nulla ha lo stesso fascino di Real Madrid-Barcellona, rito pagano che si ripete almeno due volte nel corso di ogni stagione ma che spesso ha alalrgato i propri confini anche al di là della Liga (dove le due grandi storiche del calcio spagnolo dominano quasi incontrastate). E' il Clasico, un brand noto in tutto il mondo e che attira centinaia di milioni di tifosi e telespettatori ai quattro angoli della Terra.

Dici Clasico e pensi subito alle notti del Santiago Bernabeu o del Camp Nou, alla rivalità tra due club e due squadre che sono agli antipodi su tutto, dal modo di intendere il calcio alla politica perchè una rappresenta il potere centrale e l'altra la voglia di indipendenza di un intero popolo. Anche per questo Real Madrid-Barcellona è una magia tutte le volte che si accendono le luci. Se poi si aggiunge che ci giocano i migliori calciatori del momento e che questo è avvenuto spesso in passato, ecco che il mix è completo.

Real Madrid contro Barcellona è anche la sfida dei ricchissimi contro i ricchissimi. Più che società sono due autentiche multinazionali capaci di macinare soldi ovunque. hanno bilanci da favola e fanno utili, seppure su di loro - come in generale sul calcio della Liga - pesi l'ombra dei debiti con il sistema delle banche che spesso hanno dato una mano a due istituzioni sociali delle rispettive regioni. In ogni caso, ecco i numeri del Clasico che va in scena per la 231° volta nella storia.

230 precedenti e 754 gol segnati

Quello che va in scena al Santiago Bernabeu per l'andata della Liga 2015-2016 è il Clasico numero 231 della storia. Il bilancio sorride al Real Madrid anche se di pochissimo: 92 vittorie per la Casa Blanca, 90 per il Barcellona e 48 pareggi. Numeri che diventano un po' più netti prendendo in considerazione solo le partite giocate al Bernabeu: 63 volte ha vinto il Real Madrid, 24 il Barca con 25 pareggi.

Il Clasico è stato spesso e volentieri partita ricca di emozioni e gol. Ne sono state segnate 754 in tutto (media 3,2 ogni 90 minuti) e anche in questo conteggio sono in vantaggio i madridisti: 388 a 366. Attenzione, però, perchè prendendo in considerazione solo gli incroci nella Liga le proporzioni si ribaltano e il Barcellona è davanti sia nel numero di vittorie (71 a 67 con 32 pareggi), sia in quello delle marcature (278-268)

Messi, caccia al record di Di Stefano

Chi sono i maggiori marcatori della storia del Clasico? Due nomi, entrambi legganda: Alfredo Di Stefano ha chiuso la sua carriera a quota 14 gol e Lionel Messi lo ha già raggiunto con la possibilità concreta di superarlo presto. La Pulce ne ha fatti 8 al Bernabeu e 6 al Camp Nou e ha numeri incredibili legati alla sfida delle sfide del calcio spagnolo. Non se ne perde uno dalla stagione 2007-2008: ne ha disputati 27 consecutivi durante i quali ha segnato una tripletta (la prima da professionista) nel 3-3 del 2006-2007.

Messi ha giocato il primo Clasico all'età di 18 anni e 148 giorni e marcato la prima rete a 19 anni e 259 giorni. Se riuscirà a mettere piede in campo al Bernabeu malgrado l'infortunio al ginocchio sinistro festeggerà da protagonista il decennale dei suoi Clasicos. Dei 18 confronti nella Liga in cui è stato presente, solo una volta non è rimasto in campo per 90 minuti interi. L'impatto dell'argentino è clamoroso: ha partecipato a 8 degli ultimi 9 gol segnati dal Barcellona in casa contro il Real Madrid: 5 gol e 3 assist.

Un Clasico da 1,2 miliardi di euro

Real Madrid e Barcellona sono due club ricchissimi e noti in tutto il mondo. I loro ultimi bilanci sono da favola, un'invidia per le società di quasi tutta l'Europa: i ricavi crescono a ritmo vertiginoso e gli utili anche perché gli investimenti stanno portando a risultati in positivo e i tempi della crisi economica sono lontani. Tanto è vero che entrambi i presidenti stanno pensando a ristrutturazioni da centinaia di milioni di euro per Santiago Bernabeu e Camp Nou che, pure, sono due tra gli stadi più belli del mondo.

REAL MADRID - L'ultimo bilancio del Real Madrid si è chiuso con un utile da 42 milioni di euro e un fatturato a quota 755,6. Volano i ricavi da marketing e settore commerciale (211,1 mln) che rappresentano una fetta maggioritaria rispetto a stadio (151,4) e diritti televisivi (163,4). Da record il costo del personale: 289,2 milioni di euro.

BARCELLONA - L'ultimo bilancio blaugrana ha vito sfondare quota 600 milioni di euro di fatturato per la prima volta nella storia del calcio mondiale: 608 e la previsione per il 2016 è di arrivare a 633. L'utile di 15 milioni è stato costruito grazie alla commercializzazione mondiale del brand del Barcellona (225 milioni) e agli incassi del Camp Nou (149) e dei diritti tv (163). Gli stipendi di giocatori e personale pesano per 352 milioni.

Stipendi: vince il Barcellona 114-95 (netti)

Real Madrid e Barcellona sono anche i due club con un monte stipendi quasi inarrivabile. Mettere sotto contratto le stelle costa, ma né i soci blaugrana né quelli madridisti si sono mai fatti problemi di risparmiare alla voce stipendi. Anzi, è quasi una corsa a chi paga di più i propri fuoriclasse ed è una corsa tra Messi e Cristiano Ronaldo a contendersi la palma della busta paga più pesante del pianeta. Ecco la top ten di entrambi i club che insieme spendono 209,7 milioni netti (114,5 a 95,2 per il Barcellona):

REAL MADRID - Ronaldo (17), Bale (11), Sergio Ramos (10), Benzema (8), Kroos e James Rodriguez (6), Modric (4,5), Marcelo (4), Pepe (3,8) e Arbeloa (2,8).

BARCELLONA - Messi (21,2), Suarez e Neymar (10), Iniesta (7,5), Rakitic (6,5), Busquets (6), Piquè (5,8), Mascherano (5,5), Jordi Alba e Arda Turan (4).

Un colossal tv per mezzo miliardo di telespettatori

Al Bernabeu ci saranno 37 telecamere (record per il Clasico) e per la prioma volta la partita sarà prodotta con qualità 4k di immagine perchè alcuni clienti (Germania, Svezia e Hong Kong) hanno sollecitato per avere il massimo possibile della definizione così da rendere Real Madrid-Barcellona uno spettacolo indimenticabile. Verrà trasmessa in quasi tutto il mondo con un'audience stimata di 500 milioni di persone.

Si gioca alle 18,15 (e non alle 18) per consentire ai telespettatori inglesi di non perdersi il primo quarto d'ora. Interessa ai mercati sia di lingua spagnola che anglosassoni. Secondo i vertici del calcio spagnolo una sfida come questa ha raggiunto ormai il valore commerciale e mediatico del Superbowl statunitense. 

Ti potrebbe piacere anche

I più letti