Ranocchia tra Juve e Milan

Ai margini nell'Inter, saltate le trattative con Borussia Dortmund e Galatasaray, il difensore e il suo entourage pensano a un futuro diverso ma sempre in Italia

Andrea Ranocchia, 26 anni il prossimo 16 febbraio: il suo futuro è sempre meno nerazzurro... – Credits: Ansa.

Nicolò Schira

-

Il futuro di Andrea Ranocchia è un rebus. Walter Mazzarri l'ha scaricato apertamente, relegandolo nella difesa dell'Inter a un ruolo di semplice comprimario, con le poche apparizioni da titolare collezionate sinora che lo pongono addirittura a rischio taglio nelle gerarchie prandelliane in vista del Mondiale in Brasile.

Eppure il difensore umbro non ha voluto lasciare l'Inter in queste ultimissime ore di calciomercato: avrebbe accettato una cessione, ma solo a titolo definitivo. Nelle scorse settimane il suo entourage aveva impostato una trattativa con il Borussia Dortmund, la cui proposta (7 milioni per il cartellino dello stopper, ndr) non è però stata ritenuta all'altezza dalla dirigenza interista. L'assalto del Galatasaray non convinceva invece Ranocchia né dal punto di vista tecnico né da quello contrattuale: i nerazzurri avrebbero girato il giocatore in prestito secco al club di Roberto Mancini, ma economicamente il centrale classe '88 avrebbe dovuto ridursi i propri emolumenti. Nulla da fare anche in questo caso, pertanto Ranocchia continuerà la permanenza ad Appiano Gentile.

Il contratto di Ranocchia con l'Inter è in scadenza nel giugno 2015 e sinora non c'è stato neppure il minimo segnale di un possibile rinnovo fra le parti: inevitabile un addio a giugno, onde evitare di perdere a parametro zero un calciatore pagato 16 milioni al Genoa tre anni fa.

Ranocchia vorrebbe restare in Italia, magari ritrovando il mentore dei tempi baresi Antonio Conte. Da Torino, sponda Juventus, i segnali sono stati però tiepidi. Intanto, i rappresentanti del giocatore hanno abbozzato con i dirigenti del Milan un possibile futuro a tinte rossonere. In tutti i casi, la fine dell'avventura interista - in caso di conferma a giugno di Walter Mazzarri - è scontata.

© Riproduzione Riservata

Commenti