Quanto vale Stefano Okaka?
Quanto vale Stefano Okaka?
Sport

Quanto vale Stefano Okaka?

La punta di origine nigeriana è il pezzo pregiato del mercato blucerchiato. Mihajlovic vorrebbe puntare su di lui ma in caso di offerta superiore ai 6 milioni la Sampdoria potrebbe cedere Segui Blucerchiando su Facebook e Twitter Si riparte. Prima …Leggi tutto

La punta di origine nigeriana è il pezzo pregiato del mercato blucerchiato. Mihajlovic vorrebbe puntare su di lui ma in caso di offerta superiore ai 6 milioni la Sampdoria potrebbe cedere

Segui Blucerchiando su Facebook Twitter

Si riparte. Prima partita ufficiale della stagione 2014/2015. 4-1 contro il modesto Como, squadra di Lega Pro con un divario tecnico troppo grande per impensierirci. Dopo l’Eintracht ieri è stato il primo vero assaggio di gradinata, una partita alle 20,45 che ha lasciato spazio ad un ampio pre gara fatto di supposizioni e teorie, previsioni e sogni di mercato. Aria calda in un agosto freddo, voglia di Samp e l’entusiasmo di iniziare un quaderno nuovo nonostante l’undici iniziale non presenti nessuna novità. Sinisa a fine partita sbotta e boccia (quasi) tutti: “9 su 11 hanno fatto schifo, se giochiamo così in campionato non andiamo da nessuna parte”. Vero, la Sampdoria ha fatto molta fatica, soprattutto nel reparto che a una settimana dalla fine del mercato (e dall’inizio della serie A) è senza dubbio il più incompleto: la difesa. Nonostante i pareri positivi sulla sua crescita costante Salamon ha deluso le aspettative mostrandosi troppo insicuro in copertura e sempre in difficoltà nell’uno contro uno. Che sia Balanta, Romagnoli, Silvestre o chi per loro è indispensabile muoversi per trovare dei rinforzi. Per un mercato in entrata che potrebbe riservare ancora sorprese ce n’è però anche uno in uscita che preoccupa non poco i sampdoriani. Non è infatti così scontato che Stefano Okaka rimanga a Genova dopo il 31 agosto.

L’attaccante umbro classe 1989 ha vissuto un finale di stagione esaltante e sorpreso tutti: faceva panchina allo Spezia in serie B ed è arrivato a Genova a gennaio in uno scambio alla pari con Nicola Pozzi. Dire che c’era scetticismo nei suoi confronti non renderebbe grazia al carico di ironia con cui la punta di origine nigeriana è stata accolta in Liguria. L’ex Roma ha però sorpreso tutti con 5 reti in 13 partite, una media alta che lo ha reso uno dei pezzi più appetibili della rosa blucerchiata. Anche nella partita contro il Como Okaka ha confermato quel che di buono fatto vedere al trofeo Boskov contro l’Eintracht Francoforte: uno stato di forma già apprezzabile, gioco spalle alla porta come vuole Mihajlovic e una stazza che gli permette di nascondere la palla a qualsiasi avversario. Dopo tanti anni in prestito in giro per l’Italia Okaka sembra pronto a consacrarsi nella massima serie, un’ipotesi che mette la Sampdoria di fronte ad un bivio dove scegliere non è facile. Meglio puntare forte sull’attaccante oppure accettare le lusinghe dei club interessati che produrrebbero una plusvalenza non da poco? Mentre Transfermarkt assegna a Okaka un valore di mercato di circa 3 milioni di euro le voci registrate all’Ata Hotel parlano di sondaggi e potenziali offerte che superano i 6 milioni di euro. In alcuni casi si è addirittura parlato di 8 milioni, cifra che produrrebbe una plusvalenza vicina a quella ottenuta da Mustafi e sarebbe una ventata d’aria fresca per le casse blucerchiate.

Ma quale è la scelta giusta? Rifiutare per puntare forte su di lui nella speranza di rivenderlo al doppio il prossimo anno? Oppure venderlo immediatamente ed investire i soldi per un difensore? I tifosi blucerchiati sembrano aver ben pochi dubbi al riguardo, esaltati dal gigante di colore che ricorda il personaggio di John Coffey ne “Il miglio verde”.

Segui Blucerchiando su Facebook Twitter

Ti potrebbe piacere anche

I più letti