Psg: tutti in vendita. Ma per davvero?

Anche in risposta alla "supertassa" francese sugli stipendi milionari, il club considera cedibili i suoi top player. A patto di pagarli a peso d'oro

Sulle tracce di Pogba c'è anche il Paris Saint Germain che nel borsino delle trattative sembra essere subito dietro al Real Madrid. Il feeling di Paul con Parigi non è però dei migliori... – Credits: Getty Images.

Nicolò Schira

-

Tutti sono utili, nessuno è indispensabile: il celebre adagio fotografa sinotticamente il pensiero veicolato nelle ultime ore dalla dirigenza del Paris Saint-Germain. I vertici del club francese sono in aperto contrasto con la Federazione trasalpina e le istituzioni d'oltralpe che hanno approvato la cosiddetta "supertassa" del 75% sugli stipendi superiori al milione di euro. Scenario che ha posto sul piede di guerra tutti i principali club della Ligue 1 francese. In prima fila proprio parigini e Olympique Lyon.

All'ombra della Tour Eiffel sono pochissimi i calciatori a percepire un salario inferiore al milione annuo e per questo motivo mediaticamente si è deciso di lanciare un segnale in controtendenza rispetto alle reali manovre della società. Da un lato Jean Claude Blanc lavora alacremente per portare già a gennaio Cabaye (Newcastle) alla corte di mister Laurent Blanc e per giugno ha già stanziato oltre 90 milioni di euro per strappare Miralem Pijanic e Paul Pogba rispettivamente a Roma e Juventus. Eppure gli sforzi sul mercato del patron Al Thani rischiano di essere complicati se non addirittura vanificati da un regime fiscale pesantissimo. Per questo è stato fatto emergere un tariffario ad hoc per i propri gioielli.

Proprio come in una prestigiosa gioielleria di Place Vandome e dintorni, tutti i calciatori sono in vendita. Nessun saldo o prezzo agevolato, però, nei confronti degli eventuali acquirenti: si va da Thiago Silva valutato oltre 50 milioni di euro a Zlatan Ibrahimovic, accessibile per una dozzina di milioni in virtù di un'età non più verdissima (32 anni). Per Cavani la cifra è la medesima di quella incamerata in estate dal Napoli, ovvero 64 milioni. Mentre Matuidi e Menez - essendo in scadenza - possono diventare accessibili a cifre abbordabili: 10 milioni per il mediano ex Saint Etienne, mentre l'esterno costa appena 3 milioni.

Listino prezzi più esoso per Marco Verratti e Lucas Moura: il primo è quotato 25 milioni, esattamente il doppio di quanto versato al Pescara ventiquattro mesi fa. Invece l'ala brasiliana ne vale 30, ma potrebbe partire in prestito nel prossimo semestre. In arrivo a Parigi c'è il suo agente Wagner Riberio, che lavora a una sistemazione in prestito per l'ex San Paolo. 18, altresì, i milioni che servono per soffiare il Pocho Lavezzi dagli Champs-Elysées. Un'occasione last-minute? Thiago Motta, ingaggiabile per circa 7-8 milioni, anche se le parti lavorano ad un allungamento del contratto sino al 2017.

Fare shopping nella formazione regina di Francia è dunque tecnicamente possibile. A patto però di disporre di una carta di credito semi-illimitata...

© Riproduzione Riservata

Commenti