Dopo il fallimento, il Parma riacquista all'asta le sue Coppe
BORIS HORVAT/AFP/Getty Images
Dopo il fallimento, il Parma riacquista all'asta le sue Coppe
Sport

Dopo il fallimento, il Parma riacquista all'asta le sue Coppe

Tornano così nella bacheca del club tre Coppe Italia, una Coppa delle Coppe, due Coppe Uefa, una Supercoppa europea e una italiana

50 mila euro: questo l'investimento del nuovo Parma non per rafforzare la rosa, ma per riacquistare all'asta i suoi trofei. Lo hanno annunciato i curatori fallimentari della società emiliana, Angelo Anedda e Alberto Guiotto, specificando che dopo una prima offerta non ritenuta congrua è pervenuta all'Istituto vendite giudiziarie incaricato un'offerta di Parma Calcio 1913, "identica nei contenuti alla precedente, ma adeguata a quanto stabilito dalla procedura competitiva".

Tornano così nella bacheca del club gialloblu tre Coppe Italia (vinte nel 1992, 1999 e 2002), una Coppa delle Coppe (1993), due Coppa Uefa (1995 e 1999), una Supercoppa Uefa (1993) e una Supercoppa italiana (1999).

Dall'album dei ricordi gialloblu...

Wikimedia
Zola e Asprilla con la Supercoppa Uefa 1993 conquistata contro il Milan, subentrato allo squalificato Olympique Marsiglia vincitore della Coppa dei Campioni
Ti potrebbe piacere anche
ARTICOLI PREMIUM

Quel che resta di Lucano

True

I più letti