Palermo, Zamparini progetta una nuova rivoluzione
ANSA//MIKE PALAZZOTTO
Palermo, Zamparini progetta una nuova rivoluzione
Sport

Palermo, Zamparini progetta una nuova rivoluzione

Iachini rischia; al suo posto Reja o Ferrara. Ma cambierà anche il resto dello staff tecnico

In casa Palermo - al di là delle smentite di facciata di Maurizio Zamparini - tira aria di cambiamenti. La posizione di mister Beppe Iachini è tutt'altro che salda e la sfida contro il Cesena ha già il sapore di un'ultima spiaggia.

In caso di ribaltone i rosanero punterebbero su uno fra Edy Reja e Ciro Ferrara. Con il primo ci sarebbe già stato un incontro informale ad inizio settimana fra lo stesso Zamparini e il tecnico ex Napoli e Lazio. Al momento Reja ha preso tempo e appare convintissimo della soluzione rosanero. Mentre Ferrara avrebbe già dato la propria disponibilità di massima a subentrare e rappresenta un nome caldeggiato sia da Franco Ceravolo che da Davide Lippi, agente vicino alla società siciliana. L'ex ct dell'Under 21 ha avuto contatti solamente telefonici sinora e non è la prima scelta del vulcano patron palermitano.

L'arrivo nello staff tecnico di Fabio Viviani in qualità di tattico rappresenta un indizio pro Reja. L'ex centrocampista del Vicenza è stato il vice del tecnico goriziano ai tempi del Napoli. Uno Zamparini rivoluzionario anche a livello dirigenziale, dove sta pensando ad un nuovo uomo di riferimento. Per ora le voci su un clamoroso ritorno di Giorgio Perinetti non trovano conferme; mentre Nicola Salerno ha più volte declinato il corteggiamento zampariniano. In crescita le quotazioni di Pasquale Sensibile. L'ex diesse della Sampdoria  ha lavorato nel settore giovanile della Juventus e alla Sampdoria con Ciro Ferrara. Un binomio che potrebbe ricongiungersi nel capoluogo siciliano.

Ti potrebbe piacere anche

I più letti