Palermo: ennesimo ribaltone in vista

L'arrivo di Ceravolo ha creato tensioni che il presidente Zamparini sta pensando di risolvere con una nuova riorganizzazione: in arrivo Salerno 

– Credits: Getty Images.

Nicolò Schira

-

Potrebbe essere durata lo spazio di un mese l'avventura di Franco Ceravolo al Palermo. L'ex direttore generale del Guangzhou avrebbe inizialmente dovuto ricoprire il ruolo di responsabile degli osservatori del club siciliano al fianco di Giorgio Perinetti, ma l'avvento di Ceravolo ha comportato la frattura con l'ex responsabile dell'area tecnica: Perinetti ha così detto addio, sentendosi sminuito dal fatto che il collega stesse già operando sul mercato.

Ceravolo ha impostato contatti con il Bologna per Lazaros Christodoulopoulos e con l'Inter per Alfred Duncan: due colpi in dirittura d'arrivo, ma per i quali non c'è ancora l'intesa di massima. Ceravolo ha scavalcato in certe trattative anche il tecnico Beppe Iachini, che si è lamentato con il patron: all'allenatore artefice del ritorno nella massima serie dell'undici palermitano era stato infatti promesso un ruolo da manager all'inglese, ovvero con poteri decisionali anche in sede di mercato. Inevitabile quindi che si creassero i primi attriti...

La situazione di tensione in casa rosanero ha indotto Maurizio Zamparini a iniziare a guardarsi nuovamente intorno. Il re dei supermercati è amico da anni con Nicola Salerno, in comune hanno i trascorsi triestini oltre a una stima professionale che si protrae da almeno un decennio. In più, Salerno è titubante nell'accettare la proposta di Massimo Cellino per il nuovo Leeds, un progetto esotico - seppur affascinante - che l'ormai ex diesse del Cagliari non sente pienamente nelle sue corde. Per questo preferirebbe restare in Italia e potrebbe accettare così il ruolo di vicepresidente esecutivo del Palermo. Incarico da responsabile del mercato che, contemporaneamente, rilegherebbe Ceravolo nel reparto scouting. Situazione che potrebbe a sua volta comportare un clamoroso divorzio fra l'ex braccio destro di Luciano Moggi e Maurizio Zamparini.

Il mercato non è ancora ufficialmente iniziato, ma in casa Palermo i colpi di scena sono sempre dietro l'angolo.

© Riproduzione Riservata

Commenti