12a giornata, top e flop: finalmente Kondogbia, domenica da incubo per Lulic
Getty Images
12a giornata, top e flop: finalmente Kondogbia, domenica da incubo per Lulic
Sport

12a giornata, top e flop: finalmente Kondogbia, domenica da incubo per Lulic

Miglior prestazione in nerazzurro per il francese, Mandorlini verso l'esonero. Scopri i migliori e peggiori del turno

Nella dodicesima giornata di serie A vincono tutte le squadre in vetta. Fiorentina, Inter, Napoli e Roma hanno battuto rispettivamente Sampdoria, Torino, Udinese e Lazio. Vittoria fondamentale per gli uomini di Garcia che si impongono nella stracittadina (per rivivere il derby clicca qui) con gol di Dzeko e Gervinho. Riparte anche la Juventus che dopo lo svantaggio iniziale di Maccarone segna tre gol all'Empoli. Il Milan non va oltre lo 0-0 in casa con l'Atalanta mentre continua a sorprendere il Sassuolo, ancora vittorioso tra le mura amiche grazie a Sansone. Disperata la situazione del Verona con Mandorlini che potrebbe essere esonerato già nelle prossime ore (pronto Di Carlo) dopo l'ennesima sconfitta, questa volta con il Bologna rinato di Donadoni. Chi sono stati i migliori e peggiori dell'ultimo turno? Per scoprirlo continua a cliccare!

Portieri

Top - Ciprian Tatarusanu (Fiorentina) - La Viola vola in classifica grazie anche alle prestazioni dell'ex portiere della Steaua di Bucarest. Contro la Sampdoria è determinante dopo l'errore di Roncaglia che lancia Eder in porta, lui lo ipnotizza e con un colpo di reni sventa un gol che avrebbe riaperto il match. In questo periodo va tutto per il verso giusto, a Firenze non rimpiangono Neto e si coccolano la nuova saracinesca che viene da Bucarest.

Flop - Federico Marchetti (Lazio) - La domenica da incubo dei laziali passa anche per la partita non esaltante del portiere di Stefano Pioli. Marchetti non può nulla sul rigore di Dzeko ma le colpe sul raddoppio di Gervinho ci sono eccome. Mal posizionato sulla conclusione, avrebbe potuto fare molto di più. La sua involuzione continua così come quella di tutta la squadra.

Difensori

Top - Leonardo Blanchard (Frosinone) - Secondo gol in serie A dopo quello storico segnato allo Juventus Stadium. Anche la rete contro il Genoa è da antologia del calcio: una girata in porta da seduto degna del calcio a 7, una perla da raccontare ai nipoti che fa da ciliegina su una prestazione di livello.

Flop - Sebastien De Maio (Genoa) - A dir poco scellerato. Inizia bene la partita, buon impatto sul match e feeling con i compagni. Poi la follia del doppio cartellino giallo in dieci minuti, il primo per aver scagliato il pallone lontano davanti all'arbitro. Ingenuità che si pagano caro in serie A, fortunatamente per il Genoa arriva il pareggio di Gakpé.

Centrocampisti

Top - Borja Valero (Fiorentina) - Ennesima prova sopra la media del centrocampista spagnolo. Per lui parlano le statistiche: dall'inizio di stagione il 90% dei suoi passaggi è andato a buon fine, un dato che non sorprende e fa la fortuna di Paulo Sousa. Gran parte del gioco viola è orchestrato dalla sua visione di gioco. Semplicemente fondamentale.

Flop - Senad Lulic (Lazio) - Il peggiore in campo nel naufragio biancoceleste all'Olimpico. Molto falloso fin dall'inizio viene graziato dopo il brutto intervento in ritardo su Salah che mette fuori uso l'egiziano. Avrebbe meritato una sanzione ben più grave. 

Attaccanti

Top - Josip Ilicic (Fiorentina) - Ennesima prova spettacolare del fantasista sloveno che quando gioca a Marassi (ma non solo) incanta. Trasforma il rigore del vantaggio viola ma per tutta la partita è una spina nel fianco della difesa blucerchiata. Bravo tra le linee e nel dribbling funge da riferimento avanzato per i compagni aprendo e distribuendo il gioco sugli esterni come vuole Paulo Sousa.

Flop - Giampaolo Pazzini (Verona) - Continua il campionato da incubo dell'ex rossonero, sovrastato per 90 minuti dall'ex compagno di squadra Gastaldello e incapace di aiutare il Verona in fase offensiva. Sulle palle lunghe che dovrebbero essere sue viene sempre sempre anticipato e il pubblico del Bentegodi non smette di rumoreggiare. Avrebbe dovuto raccogliere la pesante eredità di Luca Toni, finora non è stato pervenuto.

Allenatori

Top - Roberto Donadoni (Bologna) - La cura Donadoni funziona eccome, il Bologna centra la seconda vittoria consecutiva con 5 gol fatti e nessuno subito. Resta ora da capire quanti siano i meriti del nuovo tecnico e quanti i demeriti di quello precedente...

Flop - Andrea Mandorilini (Verona) - L'avventura scaligera dell'allenatore nato a Ravenna sembra avviarsi verso la fine. Di Carlo è pronto a prendere il suo posto per guidare i giallobù verso una salvezza difficile con già 5 punti che separano la squadra dal terzultimo posto. Con una difesa del genere però potrebbe non bastare un miracolo...

La flop 11 della 12a giornata

Buffon (Juventus)

De Maio (Genoa), Gentiletti (Lazio), Pereira (Sampdoria), Felipe (Udinese)

Cerci (Milan), Lulic (Lazio), Marrone (Carpi)

Pazzini (Verona), Eder (Sampdoria), Thereau (Udinese)

All. Mandorlini (Verona)

La top 11 della 12a giornata

Tatarusanu (Fiorentina)

Blanchard (Frosinone), Murillo (Inter), Evrà (Juventus), Vrsaljko (Sassuolo)

Borja Valero (Fiorentina), Diawara (Bologna), Kondogbia (Inter), Nainggolan (Roma)

Ilicic (Fiorentina), Gervinho (Roma), Higuain (Napoli)

All. Donadoni (Bologna)

Ti potrebbe piacere anche

I più letti