Obodo,volevano ammazzarmi sono scappato

Giocatore Lecce racconta la sua liberazione

(ANSA) - UDINE, 11 GIU - 'Quando ho sentito che l'unica persona che mi controllava doveva ammazzarmi allora a questa ho dato una spinta e sono scappato'. Christian Obodo racconta la sua liberazione. Il giocatore del Lecce e' stato raggiunto telefonicamente dall'ANSA in un albergo. 'Sono fuggito e da una foresta sono arrivato in un piccolo villaggio - continua Obodo che tornera' in Italia tra 10 giorni -, la gente mi ha riconosciuto e ha chiamato la polizia. Ringrazio Dio, è andata bene ma sono sotto choc'.

© Riproduzione Riservata

Commenti

Cookie Policy Privacy Policy
© 2018 panorama s.r.l (gruppo La Verità Srl) - Via Montenapoleone, 9 20121 Milano (MI) - riproduzione riservata - P.IVA 10518230965