Nba: i Knicks perdono ancora e ESPN cancella le loro partite
Getty Images
Nba: i Knicks perdono ancora e ESPN cancella le loro partite
Sport

Nba: i Knicks perdono ancora e ESPN cancella le loro partite

Anche la tv americana scarica New York, al momento la peggior squadra in Nba, eliminando tre partite dal palinsesto

Non bastavano le critiche di stampa e tifosi, ormai rassegnati all'ennesima stagione deludente. Ad affossare ulteriormente il morale dei Knicks – al momento la peggior squadra della Nba con un record di 5 vittorie e 33 sconfitte – ci hanno pensato quelli di ESPN, la principale emittente sportiva americana, ha rifiliare l'ennesimo schiaffo a New York cancellando dal palinsesto ben tre partite della sua franchigia – precisamente, quelle con Oklahoma City, con i Los Angeles Clippers e perfino il derby con I Brooklyn Nets –.

In altre parole i capoccioni del palinsesto di ESPN hanno considerato scontato il risultato di una gara tra squadre di prima fascia e i Kincks, che con la sconfitta (96-120) della scorsa notte contro Houston hanno stabilito il nuovo record di franchigia di 14 partite perse consecutive. Ad aggravare la situazione ci si è messa l'assenza di Carmelo Anthony, a riposo precazionale per un problema al ginocchio, che ha fatto scemare definitivamente l'interesse dell'emittente per nulla interesata a trasmettere una partita senza stelle, e senza storia, a livello nazionale. 

Un discreto smacco per una città e un'arena – il Madison Square Garden – abituate storicamente a essere teatro di grandi partite e prestazioni individuali impresse ancora oggi nella mente e ricordi dei tifosi, che però rischiano di diventare sempre meno se New York non dovesse decidere sul serio di invertire la rotta. 


Gli Highlights della partita tra New York e Houston

Ti potrebbe piacere anche

I più letti