Sport

Processo ad Allegri dopo Napoli-Juve. Ma contro il Barcellona sarà tutto diverso...

Ecco perché la sfida del San Paolo, con i bianconeri a lungo dominati da Sarri, non deve preoccupare troppo in vista della Champions

La Juventus torna dalla trasferta di Napoli con un vantaggio diminuito in classifica sulla Roma (+6), ma anche con una giornata in meno e uno scontro diretto già giocato nella corsa verso lo scudetto. Ha ragione Allegri a sorridere quando guarda al campionato: il Napoli è ormai out e la Roma, per quanto più vicina, rimane comunque a distanza di sicurezza. Una dopo l'altra, i bianconeri stanno saltando tutte le trappole del calendario senza cadere e la proiezione rimane altissima, quasi da record. La festa per il sesto scudetto, insomma, si avvicina.

Il modo in cui è maturato il pareggio del San Paolo, gara dominata a lungo dal Napoli e con una Juventus molto chiusa in difesa, apre invece il dibattito intorno alle chance dei campioni d'Italia di poter andare fino in fondo in Champions League. La Juventus vista a Napoli può vincere in Europa? E può impensierire il Barcellona nei quarti di finale o è destinata a una sofferenza improduttiva?

Ecco perché il test del San Paolo va considerato nullo in vista della Champions League. Nessun campanello d'allarme deve suonare oltre alla logica considerazione che l'avversario dei quarti di finale è fortissimo e la qualificazione appesa a una grande prestazione da parte di Buffon e compagni. Ci sono diverse ragioni per non perdere il sonno e lavorare - duramente - per preparare il doppio confronto con i catalani (SCORRI LA GALLERY PER SCOPRIRLI).

Getty Images Sport
Allegri è accusato di difensivismo per come ha schierato la squadra al San Paolo, ma ha dovuto gestire le forze in un periodo intenso e decisivo della stagione. Quella di Napoli è solo una tappa: non il rendez vouz definitivo per la Juventus
Ti potrebbe piacere anche

I più letti