Juventus-Real Madrid: 2-2, la moviola
Juventus-Real Madrid: 2-2, la moviola
Sport

Juventus-Real Madrid: 2-2, la moviola

I bianconeri di Conte giocano bene, ma non capitalizzano. Gli avversari fanno paura ogni volta che superano la trequarti. Rigore Juve sacrosanto - In Spagna dicono il contrario

Ha detto bene Buffon a fine gara: "Il Real Madrid ha tre attaccanti che possono fare male in qualsiasi momento". Il portierone della Juventus ha dovuto raccogliere il pallone in fondo alla rete in due occasioni. Come il suo amico e collega Casillas, che è stato protagonista di almeno un paio di interventi che hanno fatto la differenza. I bianconeri hanno giocato bene, molto bene, soprattutto nel primo tempo, quando hanno messo alle corde la squadra di Ancelotti con manovre avvolgenti e ben congegnate. Peccato che tanto possesso palla e tante idee non abbiano trovato la sostanza che era lecito attendersi. Evidente, anche se non evidentissimo, il rigore fischiato alla formazione di Conte per l'intervento scomposto di Varane sul suo compagno di squadra nella Nazionale francese, Varane. Sul dischetto si presenta come da consuetudine Vidal, che non sbaglia. Gol Juve, che chiude la prima frazione in vantaggio.

Dopo la pausa per il tè, cambia la partita. Il Real pare trasformato. Parte in quarta e lascia senza fiato i bianconeri, che faticano a ritrovare il giusto equilibrio. Poi, l'erroraccio firmato da Caceres, fino ad allora tra i migliori in campo. Ronaldo-Benzema-Ronaldo, che calcia con Buffon in uscita e fa gonfiare la rete. E' il 51', gli ospiti pareggiano. Passano appena quattro minuti e Xabi Alonso ha la palla per chiudere la gara. La traiettoria dai 25 metri è da applausi. Fortuna per la Juve che l'esultanza del centrocampista spagnolo si spenga sulla traversa. Nel capovolgimento di fronte, occasionissima sui piedi di Marchisio, che tira in porta a due passi a colpo sicuro, ma prima Casillas e poi Marcelo gli negano la gloria del gol. La Juve costruisce tanto, ma non capitalizza. Il Real gioca di rimessa e non perdona. Questa volta l'azione parte da Ronaldo, che attende l'arrivo di Bale e gli consegna la sfera al limite dell'area di rigore avversaria. Un tocco, due, e il gallese fa fuori due bianconeri. Bale vuole dimostrare di meritare i 100 milioni di euro pagati per lui dal Real nell'ultima campagna acquisti. E' un attimo. Bale indovina l'angolino. Gol meraviglioso. Merengues in vantaggio.

Potrebbe essere il colpo del ko per la squadra di Conte, che invece ci crede e lo fa vedere mettendo sul campo spirito di sacrificio e dedizione. Al 64', tutto torna. Caceres si lancia sulla fascia destra, trova il fondo e ricama un ottimo pallone su Llorente, che fa fuori Varane (ancora lui, il peggiore dei suoi) e centra la rete di testa. Casillas non può nulla. Stadium in festa e Juve in paradiso. E' il gol del meritato 2-2, il risultato che viene consegnato agli almanacchi e lascia accesa la fiammella della speranza bianconera in Champions League. Sì, perché la sorte (e uno splendido colpo di tacco di Braaten) regalano la vittoria del Copenaghen sul Galatasaray, che rimane fermo a quota 4 punti, si fa raggiungere dal club danese e ora non può più permettersi di sbagliare nulla. Juve a 3 punti e fanalino di coda, ma con il vantaggio, non indifferente, di poter essere protagonista del suo destino. Nelle ultime due partite, i bianconeri ospiteranno infatti prima il Copenaghen e poi andranno a far visita alla formazione di Roberto Mancini. Sulla carta, qualificazione ancora possibile.

Ecco tutti gli episodi da moviola della partita.

PRIMO TEMPO

11' - Tevez entra in area dalla sinistra ed entra in contatto con Sergio Ramos, che allunga il braccio. L'attaccante bianconero cade, Webb apre le braccia e fa proseguire. Tutto regolare.

18' - Parte Cristiano Ronaldo sulla sinistra, chiusura di Barzagli che entra sul pallone ma fa perdere l'equilibrio all'avversario. Che, da terra, guarda l'arbitro nell'attesa di un fischio che non arriva. Giustamente.

22' - Ronaldo sgambetta Caceres. E' calcio di punizione Juve. Lo Stadium è tutto contro di lui, battezzato "il piscina" per i noti fatti di Madrid.

34' - Fallo di Modric su Pogba a centrocampo. Entrata dura che merita il cartellino giallo. Webb provvede. Primo ammonito e squalifica nel prossimo turno.

39' - Azione di contropiede Juve. Llorente serve molto bene Tevez sulla sinistra. L'argentino gira una palla rasoterra a Pogba che si propone in area di rigore. Lo contrasta Varane, che lo stende. Webb ci pensa un po' e poi indica il dischetto del rigore. Ingenuo Varane. Rigore legittimo. Calcia Vidal, gol: Juventus in vantaggio!

43' - Fallo di Pirlo a centrocampo su Xabi Alonso. Entrata in scivolata sulle gambe dello spagnolo. Secondo intervento al limite del bianconero. Giallo che ci sta.

46' - Finisce il primo tempo. Juve avanti 1-0 grazie al rigore realizzato da Vidal.

SECONDO TEMPO

51' - Erroraccio di Caceres a metà campo. Il bianconero, che fino ad allora aveva giocato una partita da 7 in pagella, regala la palla agli avversari. Superiorità Real nella trequarti Juve. Benzema porta palla al limite dell'area di rigore e poi la gira a Ronaldo, in arrivo sulla sinistra. Cr7 è solo. Buffon esce, ma non basta. Pallonetto e gol. Ottavo gol di Ronaldo nella fase a gironi. Un altro primato per il portoghese. Pareggio Real. Ora è 1-1.

55' - Juve in affanno. Xabi Alonso colpisce la traversa con un tiro da 25 metri. Buffon era battuto. 

57' - Marchisio disperato per un doppio intervento sulla linea di porta avversaria. Prima ci pensa Casillas, poi Marcelo. La palla non entra. I bianconeri sono tornati in gara. 

59' - Vantaggio Real. Altro capovolgimento di fronte. Ronaldo si accentra e suggerisce per Bale sulla destra, che entra in area e mette a sedere tre giocatori della Juve, Asamoah su tutti. Buffon, incolpevole, è battuto. Juventus-Real Madrid 1-2.

64' - Pareggio Juve! Cross di Caceres dalla destra, Llorente prende il tempo a Varane e infila di testa in rete. Gol regolarissimo. Stadium in festa. Gara aperta a qualsiasi risultato. Juventus-Real Madrid 2-2.

69' - Brutto intervento di Caceres su Ronaldo. L'arbitro fischia il fallo, ma non estrae il cartellino giallo, che forse ci stava.

70' - Sostituzione Real. Esce Xabi Alonso, entra Illarramendi.

71' - Fallo netto di Bonucci su Sergio Ramos al limite dell'area di rigore Juve. Webb ammonisce il difensore. Decisione corretta.

74' - Seconda sostituzione Real. Esce Bale ed entra Di Maria. Non cambia la forma. Potrebbe cambiare la sostanza.

80' - Terza e ultima sostituzione Real. Rodriguez, classe '93, per Benzema. Un attaccante per un altro attaccante. Cambia anche Conte. Entra Quagliarella per un esausto Tevez.

85' - Pirlo pennella un'ottima palla per Quagliarella sulla trequarti spagnola. L'attaccante controlla alla perfeziona ma il guardalinee alza la bandierina: fuorigioco. Le immagini gli danno ragione.

87' - Secondo cambio Juve. Esce Llorente, entra Giovinco.

93' - Finisce la gara allo Stadium di Torino. La Juve non riesce ad avere la meglio su un travolgente Real Madrid. Il risultato finale è 2-2. Lo scontro tra le due squadre non era mai finito in parità.

@dario_pelizzari

Ti potrebbe piacere anche

I più letti