MotoGp-Assen - Vince Valentino Rossi: le pagelle

Il ritorno al successo del "Dottore" dopo tre anni, il miracolo di Jorge Lorenzo

Valentino Rossi torna al successo ad Assen, dopo un'astinenza cominciata tre anni fa (Credits: EPA/CATRINUS VAN DER VEEN)

VALENTINO ROSSI: 10. Torna alla vittoria dopo un digiuno cominciato più di tre anni fa. Una vera e propria eternità per uno che ha fatto la storia di questo sport. Ed un bello schiaffo a tutti coloro che stavano già celebrando il funerale del pilota di Tavullia. La guida è tornata per un giorno quella dei bei tempi, e con quella anche la grinta nei sorpassi agli avversari. D'altronde per molti la pista di Assen è l'università del motociclismo. E negli atenei comandano i professori, anzi: i "Dottori". Bentornato

LORENZO: 10 e lode. Un voto che si merita solo per il fatto di aver voluto correre. Vederlo poi combattere nella prima metà gara per il podio fa entrare questa sua corsa nelle "leggende" dello sport. Perchè 24 ore prima era sotto i ferri, con i medici a sistemargli con tanto di ferri e bulloni, la clavicola. Coraggio, tenacia, grinta, classe ed un pizzico di follia. In una parola: un campione

MARQUEZ: 9. Perché la gara dei fratturati (lui il mignolo, Lorenzo la clavicola) lo vede trionfare al traguardo. Ci vuole davvero tanta forza per cadere e rialzarsi giovedi, cadere e rialzarsi il venerdì e fare sabato un garone che lo porta anche davanti al compagno di team, sano. Predestinato

PEDROSA: 6 La sensazione che lascia in bocca il pilota spagnolo è sempre quella. Bravo, certo, ma insipido, senza brio, senza slanci. Ed anche la gara di Assen non rovina la regola. C'è chi è nato vincente e chi arriverà sempre secondo, se non terzo

CRUTCHLOW: 7. In prova nessuno va come lui, questo è chiaro. La gara però è un'altra cosa. Comincia con una partenza orribile e si sveglia solo alla fine, con un errorino a 7 giri dalla fine ed uno all'inizio dell'ultimo giro che ne compromettono la rimonta. La domanda è: cosa farebbe con una Yamaha ufficiale?

DUCATI: 4. Male. Punto.

© Riproduzione Riservata

Commenti