MotoGP

La pioggia di Silverstone lancia Rossi e fa scoprire Petrucci

In Gran Bretagna quarta vittoria e primo posto in classifica per Valentino. Seconda piazza per il 24enne pilota di Terni

petrucci rossi silverstone

Redazione

-

Nella pioggia tutta britannica di Silverstone Valentino Rossi conquista la sua quarta vittoria in stagione, nonché il 12° podio che vale anche il +12 nella classifica del Mondiale sul suo compagno di squadra Jorge Lorenzo. Un buon vantaggio, ma di quelli che - proprio come in gara - ti fa continuamente guardare alle spalle: "Non ci sarà da stare tranquilli, nemmeno dal punto di vista psicologico ", ha infatti detto Rossi riguardo le prossime gare. "Perché Jorge è tosto: sono sicuro che quest'ultimo risultato non lo piegherà, ma anzi avrà ancora più determinazione nel cercare di battermi".

La prossima puntata del testa a testa nel box Yamaha andrà in scena a Misano il prossimo 13 settembre sulla pista intitolata a Marco Simoncelli, con un imperativo per Valentino: "Per vincere il Mondiale è indispensabile vincere altre gare. Quante? Forse anche tutte da qui alla fine". Con i tifosi e gli appassionati italiani che si augurano anche di rivedere presto un podio tutto tricolore come quello di Silverstone, con Andrea Dovizioso terzo e al secondo posto un fantastico Danilo Petrucci sulla Ducati della scorsa stagione.

Petrucci: dal cross al primo podio
Un risultato da sogno per il 24enne centauro di Terni, che con gli altri due sul podio ha un rapporto più che speciale: "Mi alleno spesso con Valentino e con Dovizioso", ha infatti rivelato a fine gara, "e solo la settimana scorsa al Ranch di Rossi ho vinto una delle nostre garette. Involontariamente ho buttato fuori dalla pista Valentino e già li credevo che non mi ospitasse più nella sua pista, ma per fortuna è uno sportivo vero...". 

Pilota Fiamme Oro, arrivato al Mondiale grazie al manager Giampiero Sacchi che l'ha voluto nel Team Pramac, Danilo Petrucci è davvero andato oltre ioni più rosea previsione con la sua Ducati GP14: "Non sono abituato a certe posizioni", ancora le parole di Petrucci, "ma quando ho visto che potevo passare facilmente molto piloti, mi sono messo sotto... Vengo dalle gare di cross: per me una pista che cambia a ogni giro non è un problema, per questo riesco ad andare più forte degli altri sul bagnato. Certo che mi pare tutto un sogno: anche in gara credevo di giocare alla playstation, perché certi piloti così vicini in gara di solito li vedo solo lì!".

I complimenti del "Dovi" e del "Dottore"
A fine gara non sono ovviamente mancati per Petrucci i complimenti dei suoi amici avversari. "A ogni frenata", ha detto Andrea Dovizioso, "credevo che Danilo andasse in terra, invece lui guida proprio così sul bagnato e negli ultimi giri non riuscivo a stargli attaccato". Mentre Rossi non s'è risparmiato una battuta sui sui suoi ultimi duelli con Danilo: "Se mi avesse fatto cadere qui a Silverstone come ha fatto al ranch, non lo avrei mai più invitato. Scherzi a parte, sono contento per lui per questo meritatissimo podio".

© Riproduzione Riservata

Commenti