Valentino Rossi
MotoGP

MotoGP, Motegi: Rossi cerca il podio

Il campione di Tavullia ha recuperato dalla doppia frattura alla gamba destra ed è pronto a lottare con i migliori

Il Motomondiale attraversa l'Oceano per le 3 tappe in Oriente. La prima gara, quartultima del campionato, si svolgerà domenica 15 ottobre a Motegi, in Giappone. La pista si trova nel distretto settentrionale di Kantō, circa 150 km dalla capitale Tokyo.

ll circuito

Costruito dalla Honda nel 1997, il Twin Ring Motegi ha debuttato nel calendario del Motomondiale nel 1999. La pista misura 4.801 mt e ha una configurazione particolare: una serie di lunghi rettilinei (il principale è di 762 mt) seguiti da tornanti stretti (14 curve in totale, 6 a sinistra e 8 a destra) che mettono i prototipi a dura prova in frenata e accelerazione. Nel 2016 il vincitore è stato Marc Márquez, mentre appartiene a Jorge Lorenzo (Yamaha) il record della pista (1'45"350), nel 2014.

Valentino punta al podio

Dopo l'ottimo GP di Aragón, dove si è piazzato quinto a tre settimane circa dall'intervento chirurgico a perone e tibia fratturati, Rossi ha avuto a disposizione 15 giorni per recuperare: a Motegi sarà in pista in buona forma fisica e con il morale alto. Il circuito piace molto al pesarese, che non sale sul podio da Silverstone (terzo), e la Yamaha in Giappone gioca in casa: per "Vale" è uno stimolo ulteriore per fare bene.

Viñales corre per il titolo

Se Rossi, quinto in classifica generale, ormai è fuori dalla lista dei pretendenti al Mondiale, il compagno di squadra, terzo, è distaccato di 28 punti dal leader Márquez. Per il catalano piazzarsi tra i primi tre in Giappone significherebbe giocarsi il campionato fino all'ultimo, ma non sarà aiutato dal campione di Tavullia: i due piloti non hanno ricevuto ordini di scuderia. L'altro team con i tre diapason, il Monster Yamaha Tech 3, in questa tappa farà a meno di Jonas Folger, rientrato in Germania per problemi di salute non precisati: Johann Zarco dividerà il box con il giapponese Kohta Nozane.

Dovizioso insegue Márquez

A Motegi il rider forlivese è obbligato a dare il massimo: il rischio che il campione del mondo in carica aumenti i 18 punti di vantaggio a 3 GP dalla fine è altissimo, anche perché in Giappone Márquez è salito 3 volte sul podio in 4 gare nella classe regina. Dalla sua "Dovi" ha il tracciato favorevole alla Ducati: qui Capirossi ha tagliato per primo il traguardo nel 2005, 2006 e 2007 e Stoner ha vinto il titolo nel 2007, oltre alla gara nel 2010. Anche Jorge Lorenzocarico per il terzo posto ad Aragón, potrebbe disputare un GP eccellente: nelle ultime 7 stagioni è salito sempre sul podio (escluso il 2016, per ritiro).

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Le donne del Motomondiale

Il paddock è territorio esclusivo degli uomini? Non più, la quota rosa cresce di stagione in stagione: dieci (tra le tante) protagoniste si raccontano

Commenti