MotoGp, Gp Malesia: quote, anticipazioni, precedenti e orari tv

Nella prima giornata di libere, Pedrosa precede Marquez e Crutchlow. Lorenzo è quarto, Rossi quinto

Rossi nel paddock di Kuala Lumpur (Credits: Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Dario Pelizzari

-

A Sepang tira aria di tempesta. E non a causa della pioggia che molto probabilmente farà capolino proprio nel giorno della gara sulla pista che ospiterà la tradizionale corsa malese. No, il problema è tutto spagnolo e riguarda il trio delle meraviglie che dall'inizio della stagione fa la voce grossa nella classe regina. Marquez, Lorenzo e Pedrosa, tutti contro tutti per la decisione della direzione gara della MotoGp di punire il leader della classifica piloti per il contatto con la Honda del compagno di squadra soltanto con un punto-patente. Una sanzione che equivale a un richiamo o poco più e che soprattutto non sposta di una virgola i numeri del campionato in corso. Lorenzo l'ha presa male e pure Pedrosa non è affatto felice. Marquez? Il fenomeno di Cervera fa spallucce dall'alto dei suoi 39 punti di vantaggio a quattro gare dal traguardo finale. Che gli altri tirino pure fuori gli artigli, lascia intendere il rookie della Honda, tanto io non mi spavento.

Lorenzo è un fiume in piena. “Ci siamo divertiti tutti – ha detto nella conferenza stampa della vigilia -. Io all’ultima curva di Jerez, i commissari di Silverstone che correvano nella via di fuga, gli spettatori di Laguna Seca per il sorpasso sul cemento del Cavatappi, ovviamente quelli di Aragon. Se un pilota si fa male, peccato, l’importante è che lo spettatore si diverta. Era così anche al Colosseo, no?”. Poi, l'affondo finale: “Dovevano dargli un punto in più in campionato. La gente vuole vedere lo spettacolo, quindi va premiato”. Il pilota Yamaha ha capito che il titolo mondiale è sempre più distante e sperava che il destino gli regalasse una chance inattesa di rimettersi in gioco. Non è andata così.

Se Lorenzo scalpita, Pedrosa non è da meno. Cambiano i toni della sortita, ma i contenuti sono molto simili. “Tre giorni dopo la caduta sono stato molto male. Ora va meglio, ma non come vorrei – ha spiegato il compagno di squadra di Marquez -. Jorge con ironia ha detto delle verità. Non possiamo dare ai ragazzi della Moto3 questi esempi, perché poi guideranno moto più pesanti e veloci. Certo, alla gente seduta sul divano con una birra in mano magari piacciono certe cose: lo facevo anch’io quando vedevo un incontro di boxe. Ma stare sul ring è un’altra cosa”. E lui, Marquez, cosa ne pensa? “Ascolto quel che dice, ma non condivido. Tutti vogliono lo show, ma in questo caso è stata solo cattiva sorte. Alla fine, a me manca l’esperienza e queste non sono azioni volontarie”, le parole che chiudono il cerchio e la dicono lunga circa la scorza del giovassimo panterone griffato Honda. Chissà cosa avrebbe detto sul tema Marco Simoncelli, scomparso due anni fa proprio a Sepang. A lui, al Sic, uno come Marquez sarebbe probabilmente piaciuto.

I PRECEDENTI

Ecco come sono andate le cose nelle ultime tre edizioni

2012

Podio: 1° Pedrosa (Honda), 2° Lorenzo (Yamaha), 3° Stoner (Honda). Pole: Lorenzo (Yamaha). Giro più veloce: Pedrosa (Honda) in 2'14”670.

2011

Annullato a causa del tragico incidente che ha coinvolto Marco Simoncelli.

2010

Podio: 1° Rossi (Yamaha), 2° Dovizioso (Honda), 3° Lorenzo (Yamaha). Pole: Lorenzo (Yamaha). Giro più veloce: Rossi (Yamaha) in 2'02”117.

LA CLASSIFICA PILOTI

Le prime dieci posizioni dopo 14 gare su 18

1° Marquez (Honda), punti 278; 2° Lorenzo (Yamaha), 239; 3° Pedrosa (Honda), 219; 4° Rossi (Yamaha), 185; 5° Crutchlow (Yamaha), 156; 6° Bradl (Honda), 135; 7° Bautista (Honda), 125; 8° Dovizioso (Ducati), 112; 9° Hayden (Ducati), 102; 10° Smith (Yamaha), 80.

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

Le prime tre posizioni dopo 14 gare su 18

1° Honda, punti 316; 2° Yamaha, 290; 3° Ducati, 123.

LE QUOTE

Marquez è il favorito numero uno, sia in qualifica, sia in gara. Bwin gli riconosce una quota pari a 1,60 per la pole e a 1,90 per la vittoria. L'unico che sembra possa dargli qualche preoccupazione è il solito Lorenzo, che però è staccato nelle previsioni della vigilia. Per il pilota Yamaha, scommessa pole che vale 4,00 e trionfo in pista che scende a 2,60. Un passo indietro, anzi, due, Dani Pedrosa. Sulla lavagna bwin il primo posto del compagno di squadra di Marquez è pagato 5 volte la posta. Valentino Rossi? Un'impresa la sua da Mission impossible. A chi decide di puntare sul pilota di Tavullia, bwin è pronta a promettere 20 volte il piatto.

ORARI TV

Libere, qualifiche e gara saranno trasmesse in diretta su Italia 2. Qualifiche e gara anche su Italia 1.

Domani

Ore 4: libere 3

Ore 7,30: libere 4 + qualifiche

Domenica

Ore 5,40: warm up

Ore 10: gara (20 giri)

@dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti