MotoGp, Gp Giappone: quote, anticipazioni, precedenti e orari tv

A Motegi, prove libere annullate per ragioni di sicurezza. Sulla gara di domenica, pesa l'incognita Francisco. Marquez e Lorenzo pronti a darsi battaglia

Tutto fermo a Motegi causa pioggia (Credits: Mirco Lazzari gp/Getty Images)

Dario Pelizzari

-

A Motegi, sede della penultima prova della MotoGp 2013, oggi è tempo di sbadigli. La direzione gara ha deciso di annullare le prime due sessioni di prove libere per ragioni di sicurezza. Nella pancia del Giappone, piove e c'è la nebbia. E l'elicottero del pronto soccorso, che deve sempre trovarsi a un tiro di schioppo dalla pista per consentire il rapido intervento dei medici in caso di necessità, non può alzarsi in volo. Da qui, la scelta degli organizzatori di rimandare tutto a domani, nella speranza che le cose cambino e che il tifone Francisco, previsto da giorni in quella zona, si trasformi in un venticello prima della corsa di domenica.

Il direttore di gara Mike Webb ha dettato le cadenze per le prossime 48 ore. “La lunghezza delle sessioni dipenderà dal tempo – spiega nella nota pubblicata sul sito internet ufficiale dalla Dorna -. Abbiamo programmato tutte le opzioni, inclusa quella di correre nel pomeriggio di domani dopo la pioggia che dovrebbe cadere il mattino. Daremo il massimo del tempo in pista alle tre categorie, ma non c’è nulla di sicuro perché dipenderà dal tempo, ma spero si possa effettuare una sessione MotoGp di 75 minuti e una minore per le altre due categorie”. Insomma, in un modo o nell'altro, è probabile che il Gran premio del Giappone prenderà il via. Anche se è difficile immaginare quale sarà lo stato dell'arte delle moto che scenderanno in pista. Se non si prova, sono guai per tutti. Anche per i migliori.

Dalla bandiera nera di Phillip Island al titolo che fino alla settimana scorsa non era in discussione e che dalla spedizione in Australia lo è un po' di più. Marc Marquez vuole dimenticare il drammatico errore che non gli ha consentito di portare a termine l'ultima gara e fa sapere di essere pronto a dare il tutto per tutto a Motegi. “Quello che è successo a Phillip Island non ha più importanza – ha detto il leader della classifica mondiale con 18 punti di vantaggio sul rivale numero uno Jorge Lorenzo -. È stato commesso un errore, ma non serve a niente fare un nome o un altro: siamo uomini e fare un errore può capitare. La decisione l’abbiamo presa tutti insieme e la cosa importante è che adesso siamo tutti più motivati a fare ancora meglio”.

Lorenzo è una caffettiera che fischia. Avrebbe voluto che la MotoGp prendesse a sculacciate Marquez per lo spavento che gli ha regalato a Phillip Island (vedi il rientro in pista dell'extraterrestre birichino di Cervera dopo il cambio moto obbligatorio), ma la faccenda si è risolta con un nulla di fatto. La pista di Motegi dovrebbe sorridere alle Honda, ma poco male. Lorenzo ha gradito il pacco che la sorte gli ha donato in Australia e vuole giocarsi il tutto per tutto. “Fino alla settimana scorsa pensavo che il mondiale fosse chiuso – ha spiegato nel corso della conferenza stampa della vigilia il campione del mondo in carica della Yamaha - adesso c’è una possibilità, anche se piccola: bisogna farsi trovare pronti”. Valentino Rossi ha promesso di dargli una mano. Chissà se ne avrà davvero bisogno.

I PRECEDENTI

Ecco come sono andate le cose nelle ultime tre edizioni

2012

Podio: 1° Pedrosa (Honda), 2° Lorenzo (Yamaha), 3° Bautista (Honda). Pole: Lorenzo (Yamaha). Giro più veloce: Pedrosa (Honda) in 1'45”589.

2011

Podio: 1° Pedrosa (Honda), 2° Lorenzo (Yamaha), 3° Stoner (Honda). Pole: Stoner (Honda). Giro più veloce: Pedrosa (Honda) in 1'46”090.

2010

Podio: 1° Stoner (Ducati), 2° Dovizioso (Honda), 3° Rossi (Yamaha). Pole: Dovizioso (Honda). Giro più veloce: Rossi (Yamaha) in 1'47”395.

LA PISTA

Numeri e primati di Motegi

Lunghezza tracciato: 4,801 Km
Curve a sinistra: 6
Curve a destra: 8
Costruito nel 1997
Giro più veloce: Jorge Lorenzo (Yamaha, 2012)
Miglior pole: Jorge Lorenzo (Yamaha, 2012)
Velocità più alta: Tohru Ukawa (Honda, 2004), 310 Km/h

LA CLASSIFICA PILOTI

Le prime dieci posizioni dopo 16 gare su 18

1° Marquez (Honda), punti 298; 2° Lorenzo (Yamaha), 280; 3° Pedrosa (Honda), 264; 4° Rossi (Yamaha), 214; 5° Crutchlow (Yamaha), 179; 6° Bautista (Honda), 147; 7° Bradl (Honda), 135; 8° Dovizioso (Ducati), 127; 9° Hayden (Ducati), 111; 10° Smith (Yamaha), 99.

LA CLASSIFICA COSTRUTTORI

Le prime tre posizioni dopo 16 gare su 18

1° Honda, punti 349; 2° Yamaha, 331; 3° Ducati, 140.

LE QUOTE

Per bwin sarà un testa a testa fino al traguardo. Marquez e Lorenzo sono entrambi offerti sulla lavagna a 2,35 per la vittoria. L'unica differenza, la quota pole, che per Marquez rimane a 2,35, mentre per Lorenzo è leggermente più alta, 2,6. Tra i due litiganti, il solito Pedrosa, che conti alla mano è ancora in corsa per il titolo mondiale. Il trionfo del collega di Marquez sulla Honda ufficiale è dato a 3,5.

ORARI TV

Libere, qualifiche e gara saranno trasmesse in diretta su Italia 2. Qualifiche e gara anche su Italia 1.

Domani

Ore 4: libere 3

Ore 6,30: libere 4 + qualifiche

Domenica

Ore 2,40: warm up

Ore 6: gara (24 giri)

@dario_pelizzari

© Riproduzione Riservata

Commenti