MotoGp, Gp d'Aragona: quote, anticipazioni, precedenti e orari tv

Il Motorland Aragon di Alcaniz ospiterà la tredicesima tappa del mondiale. A meno cinque dalla fine del campionato, Marquez corre per difendere il vantaggio sui rivali Pedrosa e Lorenzo

Trentaquattro punti di vantaggio a cinque gare dalla fine della stagione. Conti alla mano, per vincere il mondiale e scrivere il proprio nome a caratteri cubitali nella storia della MotoGp, Marc Marquez potrebbe concedersi il lusso di arrivare sempre secondo in tutti gli appuntamenti ancora in programma ed ecco che il gioco sarebbe fatto. Sempre ammesso che allo stesso tempo uno dei due inseguitori Jorge Lorenzo e Dani Pedrosa riesca ad azzeccare il filotto da primato, si intende. Perché altrimenti, saluti e baci, il titolo finisce all'extraterrestre venuto da Cervera e arrivederci al prossimo anno. Marquez lo sa bene, ma non ha alcuna intenzione di abbandonare il basso profilo che tanto bene gli ha portato fino a oggi.

Al Motorland Aragon di Alcaniz, circuito che porta la firma dell noto architetto tedesco Hermann Tilke e che ha aperto i battenti per la prima edizione della MotoGp nel 2010, non è più tempo di fare strategie. Nella tradizionale conferenza stampa della vigilia, Lorenzo si aspetta una cortesia dal meteo. “Marquez? Lui è bravo perché va sempre al massimo. Ma rischia molto. Può sbagliare, anche se sarebbe più facile con la pioggia”. La punzecchiata non raggiunge però il diretto interessato, che trova il modo di stemperare la tensione e di riportare il discorso sui numeri. “Qui – spiega Marc il fenomeno – si assegnano 25 punti come a Sepang o Phillip Island. Sarà dura, ma è una gara come le prossime quattro”. Il rookie della Honda sta lavorando per mettere una toppa al suo punto debole, le partenze. “Devo fare qualcosa per migliorare. Farò prove nelle libere e nel warm up”. La stessa “dieta” a cui verrà sottoposto il suo compagno di squadra Pedrosa.

Valentino Rossi? Il Dottore, lontanissimo dalla vetta (84 punti), pensa già al domani. “Il cambio seamless è stato un punto di svolta per la Yamaha, ma ora bisognerà intervenire sulle altre aree sensibili: frenata ed entrata in curva. La pista di Aragon mi piace, anche il feeling con la moto sulle curve è quello giusto. Nei test post Barcellona svolti qui sono andato bene”. Insomma, le premesse per fare bene ci sono. L'obiettivo, quello di sempre: centrare il podio. Difficilissimo eppure possibile. Come lanciare ai piani alti del motociclismo internazionale nuovi talenti per il domani che verrà. Dalla prossima stagione, Rossi sarà responsabile di un team che correrà in Moto3. Sponsor Sky, piloti probabili Romano Fenati e Luca Marini, il fratellino del Dottore. Spesso si guarda avanti per giustificare un presente che non riserva grandi gioie.  

I PRECEDENTI

Ecco come sono andate le cose nei tre gran premi finora disputati sulla pista di Alcaniz.

2012

Podio: 1° Pedrosa (Honda), 2° Lorenzo (Yamaha), 3° Dovizioso (Yamaha)

Pole: Lorenzo (Yamaha), in 1’49”404

Giro più veloce: Pedrosa (Honda) in 1’49”109

2011

Podio: 1° Stoner (Honda), 2° Pedrosa (Honda), 3° Lorenzo (Yamaha)

Pole: Stoner (Honda), in 1’48”451

Giro più veloce: Stoner (Honda) in 1’49”046

2010

Podio: 1° Stoner (Ducati), 2° Pedrosa (Honda), 3° Hayden (Ducati)

Pole: Stoner (Ducati), in 1’48”942

Giro più veloce: Pedrosa (Honda) in 1’49”521

LA CLASSIFICA

Le prime dieci posizioni dopo 13 gare su 18

1° Marquez (Honda), punti 253; 2° Pedrosa (Honda) e Lorenzo (Yamaha), 219; 4° Rossi (Yamaha), 169; 5° Crutchlow (Yamaha), 146; 6° Bradl (Honda), 124; 7° Bautista (Honda), 112; 8° Dovizioso (Ducati), 104; 9° Hayden (Ducati), 95; 10° Espargarò (ART), 71.

LE QUOTE

Anche per bwin la gara che si terrà alla Ciudad del Motor de Aragon sarà uno scontro al vertice tra Marquez e Lorenzo. Il rookie della Honda, forte delle sei pole conquistate dall'inizio della stagione, parte con i favori del pronostico per i giri che valgono un posto al sole (ammesso che non piova) sulla griglia di partenza. Per lui, quota pole a 1,70. Lorenzo segue a ruota. Se non è pareggio, poco ci manca. Cambia invece il discorso per il traguardo di fine gara. Sì, perché il trionfo di Marquez è bancato a 2,00 contro il 2,55 che viene invece riconosciuto al suo avversario numero uno nella lotta per il titolo mondiale. Pedrosa? Bwin non crede che il compagno di squadra di Marquez possa ripetere il successo dello scorso anno: 4,50 per la pole e addirittura 5,00 per la vittoria finale. Valentino Rossi un passo indietro, anzi, due. Per la società austriaca di scommesse sportive, il nove volte campione del mondo ha poche chance di fare risultato in Spagna. I numeri non lasciano scampo a fraintendimenti: pole a 15,00 e primo posto in gara a 12,00. Come dire, non è impossibile, ma quasi.

ORARI TV

Libere, qualifiche e gara saranno trasmesse in diretta su Italia 2. Qualifiche e gare anche su Italia 1.

Oggi

Ore 14: libere 2

Domani

Ore 10: libere 3

Ore 13,30: libere 4 + qualifiche

Domenica

Ore 9,40: warm up

Ore 14: gara (23 giri)

© Riproduzione Riservata

Commenti