MotoGp, Gp Usa: 1° Marquez, 3° Dovizioso, 8° Rossi

Seconda vittoria consecutiva per il campione del mondo in carica, che fa gara a sé e precede sul podio Pedrosa. Terzo Doviziozo, che fa tornare il sorriso in Ducati! Erroraccio in partenza di Lorenzo. Ottavo Rossi

Valentino Rossi sul circuito di Austin – Credits: EPA/PAUL BUCK

Dario Pelizzari

-

Che sarebbe stata una gara a senso unico era chiaro a tutti gli addetti ai lavori, fuori e dentro la pista. Ma un dominio simile, be', forse nemmeno lui se lo sarebbe aspettato. Marc Marquez ha vinto la seconda gara consecutiva della stagione. Lui solo e gli altri a seguire, a cominciare dal compagno di squadra Dani Pedrosa, distante sul traguardo poco meno di 6 secondi. All'arrivo, il campione del mondo in carica sorride e spiega: "Okay, felice di aver vinto, ma avrei preferito fare più battaglia, che mi diverto di più". Bravo e impossibile, almeno per il momento. Terzo posto e fuochi d'artificio per Andrea Dovizioso, che riporta la Ducati sul podio. La sua, una corsa capolavoro, costruita curva dopo curva su Bradl e Smith. Ottima gara anche per un altro italiano, Andrea Iannone, che per due terzi della gara è stato alle spalle dei due missili sulla Honda. Poi, il calo, quasi fisiologico. Dietro di lui, sembrava potesse fare benissimo Valentino Rossi, che pur non avendo fatto un'ottima partenza era riuscito a recuperare posizioni su posizioni. Ma un problema alla posteriore gli ha fatto perdere terreno, fino all'ottavo posto. Erroraccio da rookie per Jorge Lorenzo, che anticipa almeno di tre secondi il via ufficiale della gara. Costretto a passare ai box per un drive through firmerà una serie di sorpassi fino a raggiungere il decimo posto. Un altro passo falso per il maiorchino. Davvero inspiegabile la sua prova.

La gara nel dettaglio.

Partenza - Falsa partenza di Jorge Lorenzo. Errore clamoroso. Avrà un drive through. Primo colpo di scena!

1° Giro - Lorenzo torna ai box per il drive through. Davvero una scelta incomprensibile per il compagno di squadra di Rossi in Yamaha. Valentino non è partito bene. E' settimo. Classifica: Marquez, Pedrosa, Iannone, Crutchlow, Bradl, Dovizioso, Rossi.

2° Giro - Rossi passa Dovizioso, ora è 6°! Marquez e Pedrosa hanno già allungato. Rientra Lorenzo. Per lui, un'altra gara da dimenticare.

3° Giro - Rossi supera in pochi secondi prima Bradl e poi Crutchlow. Stratosferico! Ottimo anche Iannone, che sta tenendo un gran passo.

4° Giro - Crutchlow commette un paio di errori e perde terreno. Classifica: Marquez, Pedrosa, Iannone, Rossi, Bradl, Dovizioso, Crutchlow.

5° Giro - Marquez e Pedrosa stanno facendo gara a sé. Già cinque i secondi su Iannone. Rossi recupera ed è in vista del posteriore del collega italiano.

6° Giro - Lorenzo cerca di tornare in zona punti, ora è 19°. Tre decimi dividono ora Rossi da Iannone. Marquez marziano. Classifica: Marquez, Pedrosa, Iannone, Rossi, Bradl, Dovizioso, P. Espargaro.

7° Giro - Sfida tutta italiana per il gradino più basso del podio. Rossi ha passato Iannone, che in staccata ha ripreso la terza posizione. Le due Honda sono distanti adesso 8 decimi da Iannone, che sta firmando una gara davvero incredibile.

8° Giro - Marquez sempre primo in solitaria, ma Pedrosa non molla. Lo segue a 1,3 decimi. Crutchlow si sta riprendendo, come Lorenzo, che ora è 17°.

9° Giro - Bradl ha superato Rossi! E anche Dovizioso ha passato Valentino, cosa sta succedendo?

10° Giro - Il numero 46 si sta ora difendendo dall'attacco di Pol Espargaro. E' crisi nera. Classifica: Marquez, Pedrosa, Iannone, Bradl, Dovizioso, Rossi, P. Espargaro, Smith.

11° Giro - Gara storta per Valentino, che si è fatto passare anche da Espargaro e da Smith. Ora Rossi è 8°. Nessuna novità in testa. Iannone tiene. Ritirato Bautista.

12° Giro - Poco meno di 13 secondi il divario infinito tra Pedrosa e Iannone. Valentino perde mezzo secondo a intermedio. Non va. Lorenzo è 13°. A terra Crutchlow, raggiunto dai medici. 

13° Giro - Le Ducati di Dovizioso e Iannone in lotta per il terzo posto. Per quest'ultimo, potrebbe essere la migliore corsa della carriera. Crutchlow fuori in barella. Classifica: Marquez, Pedrosa, Iannone, Bradl, Dovizioso, Smith, P. Espargaro, Rossi.

14° Giro - Bradl ha agganciato Iannone. Mezzo secondo il distacco tra i due. Marquez e Pedrosa, nessun problema. Lorenzo è 11. Rossi fa ancora fatica. E' ottavo, ma rischia di venire ripreso da Aleix Espargaro.

15° Giro - Iannone infilato due volte, prima da Bradl, quindi da Dovizioso. Il terzetto prosegue insieme. Dovizioso ora è 3°! Passato Bradl.

16° Giro - Cinque secondi tra Rossi e Aleix Espargaro. Lorenzo è subito dietro ques'ultimo, a meno di 6 secondi. Iannone passato anche da Smith. Classifica: Marquez, Pedrosa, Dovizioso, Bradl, Smith, Iannone, P. Espargaro, Rossi.

17° Giro - Lotta aperta per la terza posizione. Bradl è a uno sbuffo da Dovizioso. Là davanti, Marquez e Pedrosa fanno una gara a braccetto.

18° Giro - Sospetta frattura alla mano per Crutchlow. Bradl-Dovizioso, la lotta continua. Cinque decimi tra i due. Ma dietro c'è anche Smith, distante sei decimi.4

19° Giro - Ritirato Colin Edwards, nell'ultima gara a stelle e strisce della sua carriera. Dovizioso ha allungato su Bradl, che sta facendo a sportellate con Smith. Rossi e Lorenzo, posizioni congelate.

20° Giro - Marquez ha 5,5 secondi su Pedrosa. Dovizioso ha fatto il vuoto su Bradl, sarà podio Ducati?

Bandiera a scacchi - Doppietta Honda Hrc. Primo Marquez, alla seconda vittoria consecutiva. Semplicemente, imprendibile. Secondo Pedrosa, terzo Dovizioso, Rossi è ottavo, Lorenzo decimo. La classifica finale: Marquez, Pedrosa, Dovizioso, Bradl, Smith, P. Espargaro, Iannone, Rossi, A. Espargaro, Lorenzo. Ducati sul podio!! Dall'Igna in festa, che dice: "Siamo tutti contenti, ma speriamo di fare ancora meglio". Tricolore italiano ancora sul podio dopo la gara a Losail.

La classifica dopo le prime due gare della stagione: 1° Marquez, 50 punti; 2° Pedrosa, 36; 3° Rossi, 28; 4° Dovizioso, 27; 5° A. Espargaro, 20; 6° Iannone, 15; 7° Bradl e Hayden, 13; 9° Smith, 11; 10° P. Espargaro e Crutchlow, 10.

Queste le dichiarazioni di alcuni dei protagonisti rilasciate a fine gara ai microfoni di Sky.

MARC MARQUEZ
La vittoria.

"È stata una gara diversa. Non avevo mai fatto una gara così in MotoGP, anche la partenza è stata bella, la mia prima partenza bella in MotoGP e questo è importante. Abbiamo vinto, mi sono divertito, ma preferisco gare con più sorpassi. Le prossime sicuramente saranno diverse".

DANI PEDROSA

Per un po’ hai girato sul passo di Marquez. Poi?

"Sì, lui era un po’ più veloce, specialmente nel settore 2, ma poi io non ero capace di recuperare in altre parti del circuito. Allora ero ogni volta sempre più lontano da lui. Alla fine è arrivato un punto in cui lui era troppo avanti, io ho tenuto il mio ritmo fino alla fine. Oggi Marquez purtroppo è stato veloce, ma sono contento alla fine di essere ancora sul podio".

LUIGI DALL'IGNA, direttore generale Ducati

La Ducati torna sul podio.
"Direi che è stata sicuramente una gara durissima, molto bella, sono contentissimo per Dovi, chiaramente mi dispiace per Cal. Speriamo che riesca a rimettersi in fretta e che non sia nulla di grave".

Questo è il primo passo di un lungo cammino firmato da lei?
"Speriamo che sia un lungo cammino di Ducati e assieme a Ducati. Cercheremo di fare ancora meglio nel proseguo del campionato".

ANDREA DOVIZIOSO

Il podio.
"Come si sta bene qui sul podio, mi ero dimenticato! (sorride, ndr). È stata una gran gara, ma è difficilissima quando è così faticoso. La soddisfazione finale è quella più grande. All’inizio non sono riuscito ad andare più forte ma non sono andato nel pallone. Tutti hanno avuto un sacco di problemi con le gomme, chi più chi meno, ma ce l’abbiamo fatta".

Twitter: @dario_pelizzari
Facebook

© Riproduzione Riservata

Commenti