MotoGP

Gp Italia, qualifiche: pole Iannone, Rossi 8°, Marquez disastro

Ducati meraviglia al Mugello. Prima fila per i due Andrea di Borgo Panigale. Lorenzo è 2°, mentre sono ancora guai per il campione del mondo in carica

iannone

Dario Pelizzari

-

Il Mugello si colora di rosso, rosso Ducati. Sebbene fosse ancora a mezzo servizio a causa delle noie alla spalla, Andrea Iannone, già strepitoso in Francia con quel testa a testa con Marc Marquez che ha fatto grande la gara, ha deciso di togliersi la soddisfazione di diventare imperatore sul tracciato di casa. Nelle qualifiche del Gran premio d'Italia il giovane rookie di Borgo Panigale strappa la pole con un tempone da primato: 1'46"48. Meglio di lui, prima di oggi, nessuno mai. Iannone fa felice la Ducati, che si colora d'immenso grazie alle prove di Andrea Dovizioso (terzo tempo e prima fila) e pure di Michele Pirro (a tre decimi da Iannone, un risultato che vale oro per l'orgoglio del collaudatore Ducati) e Yonny Hernandez, bravo a fare meglio di tutti nella Q2. Tra Iannone e Dovizioso si infila Jorge Lorenzo, che dalle prime libere ha confermato di essere in ottima forma. Vorrebbe la tripletta, il pilota Yamaha, ma con queste Ducati non sarà affatto semplice.

Un passo più indietro, anzi quattro, e troviamo Dani Pedrosa, ancora alla ricerca del giusto feeling con una Honda che fa fatica a reggere il passo di Yamaha e Ducati. Pedrosa partirà in terza fila, al fianco di Valentino Rossi, che il sabato gira sempre a manovella, vorrebbe ma non può. Sia chiaro, al Mugello non sono preoccupati. In gara, il Vale tricolore (alle 18 su SkyMotoGp Hd la lunga intervista con Guido Meda, consigliata) si trasforma. Servirebbe invece la bacchetta magica a Marquez per risollevarsi dopo l'ennesimo capitombolo di un campionato che gli sta riservando più mal di pancia che sorrisi. Costretto a passare dalla Q2 per un errore rimediato nelle terze libere, il campione del mondo in carica della Honda viene beffato da Hernandez a uno sbuffo dalla fine della sessione e arrivederci Q1. Partirà nel gruppone, ferito nella fiducia e per questo ancora più pericoloso. Guai a sottovalutarlo: le rimontone impossibili non gli hanno mai fatto paura.

La griglia di partenza:

Prima fila: Iannone-Lorenzo-Dovizioso
Seconda fila: Crutchlow-A.Espargaro-Pirro
Terza fila: Pedrosa-Rossi-Vinales
Quarta fila: P.Espargaro-Smith-Hernandez
Quinta fila: Marquez-Petrucci-Barbera

© Riproduzione Riservata

Leggi anche

Valentino Rossi: in Francia l'ennesima "rimontona"

Il pilota di Tavullia ha firmato a Le Mans un'altra impresa delle sue: partiva 7°, è arrivato 2°. Ma è l'otto il suo numero portafortuna

Melandri ultimo in Francia. Con l'Aprilia è ormai battaglia aperta

Il pilota ravennate, deluso per le prestazioni della moto, continua a lanciare frecciatine via Twitter all'indirizzo della casa di Noale

Guida al Gp d'Italia: orari tv Sky e Cielo, scommesse, precedenti, biglietti

Sulla pista del Mugello, Rossi sarà chiamato a difendere il primo posto dagli assalti di Lorenzo. Dovizioso e Marquez pronti ad approfittarne

Commenti