Massimo Moratti
NSA/ BAZZI
Massimo Moratti
Sport

Massimo Moratti, dimissioni dall'Inter

Il patron rinuncia alla carica di "presidente Onorario". Con lui via anche il figlio, Angelomario, che era vicepresidente. Tra i motivi anche il litigio con Mazzarri

Massimo Moratti lascia l'Inter. La notizia è arrivata poco fa con una nota di stampa nella quale il patron dell'Inter del "Triplete" annuncia di aver rinunciato alla carica di presidente onorario; ma non solo. Perchè quella che poteva sembrare una decisione personale, senza strascichi sulla società, si rivela una vera e propria tempesta se non un ribaltone. Perché a lasciare la società nerazzurra non è solo Massimo; con lui infatti lasciano il cda anche il figlio, Angelomario, attualmente vicepresidente (incarico operativo) Rinaldo Ghelfi e Alberto Manzonetto.

Massimo Moratti esattamente un anno fa aveva ceduto la maggioranza dell'Inter ad Erick Thohir ma era rimasto in società con la carica di "Presidente Onorario " ("gentilmente offertami..." si legge nel comunicato stampa di oggi) ed una quota pari al 29.5%.

Il figlio di Angelo, creatore dell'Inter vincitutto degli anni '60, era diventato presidente il 25 febbraio del 1995, subentrando ad Ernesto Pellegrini.

Con lui alla guida la società nerazzurra ha conquistato: 5 scudetti, una Champions League, una coppa del Mondo per club, 3 coppe Italia, 3 supercoppe italiane.

Una decisione che per certi versi era nell'aria, non però un abbandono così compatto, un addio alla squadra ed alla maglia nerazzurra della famiglia che da sempre ha legato il suo nome a quello della squadra che ora è tutta nelle mani di Erick Thohir. Tra i motivi anche il litigio di questi ultimi giorni con Walter Mazzarri che proprio ieri aveva risposto alla critiche di Moratti con un perentorio: "Non perdo energie per rispondergli"


Ti potrebbe piacere anche

I più letti