Ljajic, spunta la clausola anti-Milan

Muro contro muro tra la Fiorentina e i rossoneri. L'ipotesi che piace ai Della Valle

Nessun riavvicinamento tra Milan e Fiorentina che continua a duellare a distanza per Adem Ljajic. Il comunicato con la dirigenza viola accusava Galliani di comportamento scorretto ha chiuso per il momento ogni canale di comunicazione tra le due parti. In attesa che il padre del giocatore arrivi in Italia insieme al procuratore Fortula, però, i contatti sono proseguiti con l'entourage del serbo. La Fiorentina offre poche vie d'uscita a Ljajic: o rinnova alle condizioni offerte oppure si trova immediatamente un club disposto a pagare 10 milioni di euro. Possibilmente all'estero.

L'idea dei viola è che Ljajic in ogni caso firmi un prolungamento fino al 2018 adeguando il suo stipendio a quello degli uomini di prima fascia (Gomez escluso): 1,6 milioni di euro. L'accordo porterebbe come allegato una clausola rescissoria da 12 milioni da esercitare, però, solo all'estero. Un modo per tagliare fuori definitivamente il Milan dalla corsa al ragazzo. I Della Valle ne hanno fatto una questione di principio, oltre che di convenienza, e si sono sentiti presi in giro dal Milan.

© Riproduzione Riservata

Commenti