Clamoroso Milan: gli occhi sul gioiello Iturbe

Galliani lo vuole e il Verona non ha ancora ricevuto offerte vere. Il piano prevede un prestito oneroso subito e il riscatto nel 2015

Iturbe, gioiello del Verona – Credits: Getty Images Sport

Nicolò Schira

-

Giornata tesa nei saloni dell'Hotel Diana a Milano per il diesse dell'Hellas Verona Sean Sogliano. Il lungo summit con il presidente della Fiorentina Mario Cognini ha partorito il possibile approdo in maglia gialloblù del difensore tedesco Martin Compper. Le parti hanno impostato anche l'intesa per il riscatto scaligero della mezzala italo-brasiliana Romulo. Un Verona scatenato in entrata come testimonia l'accordo di massima già trovato per Hector Villalba. La stellina del San Lorenzo ha stregato gli scout veronesi e dovrebbe arrivare in Italia per una cifra intorno ai 4-5 mln di euro.

Sarà lui l'erede di Juan Iturbe. Il caso che tormenta e tiene in affanno l'uomo mercato del club di Setti. Al di là delle tante voci circolate sinora, le offerte pervenute per il gioiello classe '93 non sono all'altezza dei desideri dell'Hellas. Per questo si sta studiando una sinergia col Milan. Nel caso di cessione stellare di Mario Balotelli a una fra Monaco ed Arsenal per trenta milioni, i rossoneri investirebbero parte di quanto guadagnato sull'ex Porto. Difficile però, assistere a simili esborsi da parte della formazione di via Aldo Rossi.

Più probabile un prestito oneroso (nell'ordine dei 3-4 mln) più l'obbligo di riscatto a oltre venti milioni da esercitare fra dodici mesi. Galliani e Sogliano si sono riavvicinati notevolmente in queste ultime settimane. Regista dell'operazione l'agente Fifa Giuseppe Riso, di casa in rossonero e molto vicino allo stesso Sogliano. Non a caso proprio Riso è stato il mandatario dell'operazione che ha portato il difensore Ivan Martic dal San Gallo sulle rive dell'Adige. D'altronde il Diavolo negli ultimi anni ci ha abituato alla chiusura di colpi grazie alle sinergie e ai canali privilegiati con alcuni club. Un'alleanza che permetterebbe ai rossoneri di ingaggiare un elemento di grande spessore e talento, ma al tempo stesso ai veneti di non farsi prendere per la gola dalle offerte, al ribasso rispetto alla valutazione impostata, da parte di Roma e Real Madrid.

© Riproduzione Riservata

Commenti