Il Milan sale sull'Honda

Accordo con il giapponese che voleva anche la Lazio. Subito o a scadenza di contratto in dicembre. Poli dalla Samp in comproprietà  - CALCIOMERCATO IN DIRETTA

Keisuke Honda

Avrà meno fascino di Ricardo Kakà e un pedigree lontano da quello di tanti campioni accostati al Milan in queste settimane. Però Keisuke Honda ha vinto la corsa al ruolo di trequartista nel prossimo Milan di Allegri. Sarà lui a giostrare alle spalle di Balotelli e della seconda punta nel 4-3-1-2 voluto da Berlusconi e che mancava proprio di una pedina fondamentale, considerata la giovane età di Saponara (il futuro su cui il Milan ha scommesso molto) e le difficoltà tecniche di Boateng, sempre più in cima alla lista di coloro che i rossoneri farebbero volentieri partire.

Il primo contatto tra Adriano Galliani e l'entourage del giapponese è stato positivo e non è un dettaglio da poco. Honda è in scadenza di contratto a dicembre e quindi il Cska Mosca non ha alcun mezzo per trattenerlo se non la prospettiva di perderlo tra sei mesi a parametro zero. Ecco perché la strada della trattativa è spianata e l'affare può essere dato in dirittura d'arrivo. C'è l'accordo con il giocatore su ingaggio e durata del contratto (2,5 milioni netti fino al 2017) e quello con il Cska si farà: o subito, oppure aspettando dicembre.

Honda, 26 anni, ha vissuto una parentesi di ottimo livello nel campionato russo: 19 gol in 76 presenze del 2010 ad oggi, prestazioni convincenti anche in Champions League e la maglia da titolare nella nazionale nipponica con la quale ha disputato anche l'ultima Confederations andando anche in rete nel 4-3 dell'Italia nel corso del girone eliminatorio. Non è un fantasista nel senso stretto del termine, ma un giocatore dotato di ottimi piedi, buone capacità di concludere a rete e grande dinamismo unito a buona duttilità. Zaccheroni in nazionale lo ha utilizzato anche da mezzala.

Un anno e mezzo fa lo voleva la Lazio, ma allora tutto era saltato per l'opposizione del Cska Mosca che lo aveva valutato 18 milioni di euro. Quanto vale adesso? Al massimo 5-6 milioni, oppure il tempo di aspettare dicembre e prenderlo per nulla. Un colpo in linea con le strategie di mercato del Milan che sta aspettando di incassare una ventina di milioni dalle cessioni di Boateng e Robinho. Il primo non ha molto mercato mentre il brasiliano deve ridurre le sue pretese di stipendio per poter coronare il sogno di tornare al Santos. Oggi prende troppo (4,5 milioni netti fino al 2014) e deve scendere almeno di un milione per poter essere tesserabile dai brasiliani.

In ogni caso solo dopo aver monetizzato potrà partire l'assalto ad altri giocatori da parte di Galliani che ha messo comunque un tassello importante nella rosa di Allegri. Chiuso anche l'accordo con la Sampdoria per Poli che arriverà subito con la formula della comproprietà. La valutazione del giocatore è intorno ai 6 milioni di euro.

© Riproduzione Riservata

Commenti