Galliani: "Il presidente del Cska? Non è mica una bella donna". Ma...

L'ad del Milan esclude nuovi tentativi per Honda, eppure lunedì potrebbe partire una nuova offensiva

Adriano Galliani liquida tutto con una battuta: "Basta, non è mica una bella donna il presidente del Cska. Lo abbiamo chiamato 20 volte. E comunque ora è in vacanza". Spazientito per l'andamento della trattativa per portare in rossonero il giapponese Honda, Galliani sembra chiudere la porta dopo l'ultima risposta negativa del club moscovita che sembra disposto a perdere il giocatore a parametro zero a gennaio pur di non farlo andare via adesso.

In realtà settimana prossima partirà un nuovo assalto. Il Cska Mosca in questo momento non ascolta alcuna proposta anche perché domenica c'è il match di campionato contro il Rubin Kazan, un avversario diretto. Poi? Da lunedì tutto è possibile e anche per questo nella giornata di ieri c'è stato un incontro in sede in via Turati tra Braida, Bronzetti e il fratello-manager del giocatore.

Di sicuro il Milan dovrà alzare la sua offerta che è ferma a 3,5 milioni di euro contro i 5 richiesti dal Cska in queste settimane. I russi non hanno particolari problemi di bilancio e, quindi, nemmeno l'esigenza di vendere. Honda vuole il Milan e ha fatto filtrare di essere disposto a un sacrificio economico pur di facilitare la trattativa.

© Riproduzione Riservata

Commenti