Il Milan fa il prezzo per Cerci e Taarabt
Valerio Pennicino/Getty Images
Il Milan fa il prezzo per Cerci e Taarabt
Sport

Il Milan fa il prezzo per Cerci e Taarabt

Nessuna asta. Galliani ha presentato le offerte a Cairo ed al Qpr. Si attendono le risposte

In attesa del vertice delle prossime ore con il presidente Berlusconi, Adriano Galliani deve aver preso spunto da una celebre trasmissione del passato Mediaset come "Ok il prezzo è giusto" per condurre le ultime trattative di mercato.

Troppi infatti i 18 mln richiesti da Urbano Cairo per Alessio Cerci. Per questo la trattativa ha subìto un brusco rallentamento. D'altronde anche le sirene estere risuonano con meno vigore e il Toro deve sciogliere le riserve, pur sapendo che il calciatore, mentalmente, si è proiettato in altri lidi. Il Milan punta a un prestito oneroso con diritto di riscatto già fissato a cifre inferiori da quelle desiderate dai granata. Un affare complessivo da massimo 15 mln tutti compreso. Per l'attaccante della Nazionale 2 mln annui più bonus. Prendere o lasciare.

Anche perché in queste ore proseguono i contatti per Adel Taarabt. Al suo agente Kia Joorabchian il compito di produrre lo strappo con il QPR. D'altronde l'estroso fantasista classe '89 è stato chiaro nel sottolineare al proprio tecnico Harry Redknapp il desiderio di lasciare Londra. Possibilmente per far ritorno in rossonero. Per questo motivo Galliani temporeggia per strappare uno sconto rispetto ai 7 mln di valutazione. La prima offerta milanista di 3,5 mln è stata rispedita, immediatamente, al mittente. A cinque si può chiudere. Come diceva Iva Zanicchi: ok il prezzo è giusto...

Ti potrebbe piacere anche

I più letti