Ecco come sarà il nuovo Milan di Allegri

Dopo la conferma del tecnico si cerca di chiudere subito per Cerci, Ogbonna e Poli. Il colpaccio potrebbe essere uno tra Hernanes, Ljajic e Diamanti

Da oggi Massimiliano Allegri e Adriano Galliani sono al lavoro per il nuovo Milan (Ansa)

Matteo Politanò

-

E adesso tutti pronti per ripartire. Adriano Galliani ha convinto il presidente Silvio Berlusconi a continuare con Masaimilano Allegri e la cena risolutrice è stata il primo momento di una programmazione che durerà fino alla fine del mercato.  Berlusconi e Allegri hanno parlato anche di possibili nomi per il Milan 2013/2014. Confermato Abbiati per il futuro si terrà d'occhio Perin del Genoa anche se il Cavaliere stravede per Marchetti della Lazio. Sotto osservazione anche il giovanissimo Neal Maupay, classe 1996 del Nizza. In difesa c'è molto da lavorare dopo un'annata iniziata con innesti quali Zapata e Acerbi che avevano fatto storcere il naso non poco ai tifosi. Lo Zenit di Spalletti ci proverà nuovamente con Abate mentre Mexes potrebbe tornare in Francia. In entrata si tratta ad oltranza con il Torino per Ogbonna: l'inserimento della Juventus non preoccupa però i rossoneri che hanno il favore di Cairo. Altro rinforzo papabile è Astori che lascerà Cagliari al 90% ed è seguito anche dalla Fiorentina. Il futuro della retroguardia porta il nome di De Sciglio, titolare dopo la sua prima stagione in A, ma piace anche Renato Civelli, argentino classe 1983 del Nizza valutato 3 milioni di euro. Luca Antonini è seguito dal Genoa e dallo Spartak Mosca. 

In mediana può partire Flamini, è in scadenza e Mazzarri lo vorrebbe a Napoli, e arrivare Nainggolan del Cagliari (che in cambio potrebbe avere in prestito il giovane Salamon). Saponara, in arrivo dall'Empoli, può finire al Parma che ne detiene la comproprietà insieme al Milan. Il primo obiettivo resta però Cerci, esterno del Torino che ha fatto innamorare calcisticamente Berlusconi. Per lui è pronta un'offerta con un triennale mentre per la zona più a ridosso delle punte si cerca un'azione di disturbo per Diamanti del Bologna. Il tentativo è quello di bloccare il giocatore e andare in concorrenza con la Juve in attesa di sapere come si evolverà la vicenda Hernanes, altro pallino del Cavaliere. Si attendono novità sulla vicenda Boateng: il giocatore vorrebbe restare ma i 15 milioni di euro offerti dal Monaco fanno gola. La conferma di Allegri riapre la trattativa per Andrea Poli della Sampdoria: l'accordo tra i club c'è già e il giocatore è pronto a vestire rossonero. Altro giocatore che i rossoneri hanno in lista è Miralem Pjanic: il bosniaco piace al presidente e nonostante il giocatore si sia offerto al Borussia Dortmund una chiamata da Milano potrebbe farlo restare in Italia. Ambrosini aspetta di conoscere il suo futuro: rinnovo per l'ultimo anno oppure esperienza all'estero. 

In attacco Bojan non sarà confermato mentre ad essere sicuri di restare ci sono solo Balotelli e Niang. Robinho viene sempre lusingato dal Santos (più defilato il Flamengo) e il Milan vorrebbe liberarsi del suo oneroso ingaggio mentre Pazzini (operato al ginocchio e ora costretto ad uno stop di sei mesi) potrebbe finire in una squadra capace di giocare per lui (Lazio sempre attenta). Allegri vorrebbe comunque due mezzepunte e un identikit risponde al nome di Adem Ljajic. L'estate potrebbe finalmente portare in rossonero Keisuke Honda, attaccante del Cska che il Milan segue da diversi anni. Anche Wladimir Weiss, l'ultima stagione al Pescara, può arrivare al Milan. In prospettiva si tiene infine d'occhio il classe 1994 Arkadiusz Milik, punta centrale polacca del Bayer Leverkusen. 

© Riproduzione Riservata

Commenti